Pignoramento al King’s di Jesolo, Gianluca Vacchi special guest della serata

La famosa discoteca di Jesolo King’s, nella notte tra sabato e domenica scorsi, ha inaspettatamente subito un pignoramento dei beni, mentre il blogger Gianluca Vacchi era alla consolle come ospite d’onore

Sono le due del mattino di domenica 10 settembre, alla consolle da dj del rinomato locale King’s sta iniziando a suonare il noto personaggio, star dei social network, Gianluca Vacchi. Il pubblico è pieno d’euforia e centinaia di persone stanno ballando in pista, quando la Legge fa un’incursione improvvisa e la festa è “rovinata” da un blitz per il pignoramento dei beni.

60mila euro: la cifra di un assegno non pagato

La società che gestisce la discoteca King’s, la Lobby Foundation s.r.l., avrebbe ricevuto nei mesi scorsi una notifica del Tribunale di Venezia, in cui gli veniva richiesto il rientro dell’ingente cifra di 60mila euro, più le spese legali, per il mancato pagamento di un assegno. A rivendicare l’importante somma di denaro l’ex amministratore Pier Federico Iarrera tramite il suo legale Pierpaolo Alegiani. La Lobby Foundation s.r.l. ha successivamente richiesto al tribunale di fare opposizione, ma quest’ultimo non ha tenuto in considerazione l’appello e ha dato il via all’azione per il pignoramento di tutti i beni della società, anche notturno.

Tensioni per il blitz durante la notte

Non sembra essere normali prassi procedere al pignoramento dei beni in orario notturno. Di fronte a polizia e ufficiale giudiziario, accompagnati dal legale per procedere alla perquisizione, il pubblico sarebbe rimasto sbalordito e, di reazione, si sarebbero creati alcuni momenti di tensione. Gli agenti di polizia presenti, fortunatamente, sarebbero riusciti a calmare le acque. Subito dopo, dato il via al pignoramento dei beni, sarebbero stati prelevati dall’ufficiale giudiziario tutti gli incassi, più il contenuto di una cassaforte. Il personale ha cercato di bloccare i pagamenti della clientela, ma verso le tre del mattino l’impazienza, di centinaia di avventori desiderosi di uscire dal locale, ha fatto si che gli ufficiali raccogliessero tutto il denaro ricavato dalla serata.

La presenza di Gianluca Vacchi non sembra essere stata sufficiente

Proprio la presenza di un ospite blasonato come Gianluca Vacchi, potrebbe far pensare ad un picco vertiginoso di incassi. Ma chi può saperlo, l’unica cosa certa è che, girando tutti i cassetti del locale per non tralasciare neanche un euro, la cifra non ha raggiunto un importo sufficiente ad estinguere l’insolvenza. Nonostante la lunga coda alle casse, che pian piano svuotava le tasche nel cappello della legge, sia durata per ben tre ore (fino alle cinque di domenica mattina quando è stato contato l’intero malloppo da affidare all’agente portavalori) il King’s non sembra potersi ancora ritenere salvo da altre azioni di forza, almeno fino a quando il credito non verrà completamente pagato.

Aggiungi un commento