Il terzo Royal Baby cambia la linea di successione dinastica

La nascita del terzo Royal Baby porterà cambiamenti nella linea di successione dinastica, il principe Harry slitta al sesto posto

L’arrivo del terzo Royal Baby è stato accolto con grande entusiasmo da tutti e, con il suo commento, il principe Harry ha espresso il parere generale: “È fantastico! È fantastico! Sono felice per loro!”. Oltre all’entusiasmo però c’è di più, a qualcuno infatti non sarebbe sfuggito un dettaglio che metterebbe in dubbio l’entusiasmo del principe ribelle. Harry infatti slitterebbe al 6° posto nella linea di successione. Con la nascita del futuro principino o della futura principessa cambierà nuovamente la linea di successione.

Cambia la linea dinastica: il principe Harry indietreggia al 6° posto

La questione sulla successione della famiglia reale più chiacchierata di sempre crea parecchia confusione ed è un argomento frequente data l’avanzata età della regina Elisabetta che, nonostante i suoi 91 anni, non da cenni di voler abdicare in favore del figlio, il principe Carlo. Come funziona dunque la linea di successione della casata Windsor e perché la nascita del terzo Royal Baby andrà ad intaccare la posizione di Harry?  È molto semplice in realtà: nel momento in cui la Regina Elisabetta lascerà il trono sarà il principe Carlo a diventare Re, a seguire ci saranno William, George, Charlotte ed infine Harry. Con la nascita del terzo bambino però, indipendentemente dal sesso, il principe Harry slitterà indietro di un ulteriore posizione, passando da 5° a 6° erede al trono.

Perché la principessa Charlotte è al 4° posto in linea di successione?

La principessa Charlotte di Cambridge non è stata esclusa dalla lista successione, ed è un gradino sopra il futuro fratellino e lo zio grazie ad una legge promulgata nel 2013 basata sulla primogenitura semplice. La legge titolata Atto di successione del 2013 prevede che la discendenza maschile non abbia più alcun diritto di precedenza su quella femminile. Quindi anche nel caso in cui il terzo Royal Baby sia di sesso maschile, la principessa Charlotte rimarrà al 4° posto in linea di successione, mentre Harry continuerà a slittare.

Le origini della casata reale

La casata reale di Windsor in realtà ha una storia ben più antica rispetto al suo nome attuale, re Giorgio V lo fece cambiare sol nel 1917, prima infatti il loro era il casato di Sassonia-Coburg-Gotha discendente diretto della casata Hannover, ed erano due tra le famiglie più importanti dell’ Europa dell’ ‘800. La nomenclatura tedesca deriva dal matrimonio tra la regina Vittoria e il principe Alberto, figlio di Ernesto I duca di Sassonia- Coburgo-Gotha. Con l’avvento del primo conflitto mondiale, re Giorgio V decise di dare una denominazione inglese alla famiglia per evitare una perdita di consensi generata da sentimenti anti tedeschi.

La scelta del nome Windsor

Il nome Windsor deriva da una cittadina britannica al centro di numerosi eventi legati alla monarchia, luogo di ambientazione della commedia di Shakespeare Le allegre comari di Windsor. Fonti storiche riportano che l’ultimo imperatore tedesco, Guglielmo II, non prese bene il cambio di nome della famiglia reale inglese, affermando che avrebbe tanto voluto vedere a teatro la commedia Le allegre comari di Sassonia- Coburgo – Gotha riferendosi sarcasticamente ai neo Windsor. Il cambio di nome valse solo per la discendenza maschile, fu la regina Elisabetta nel mese di aprile del 1952, a richiedere il cambio di nome per tutta la discendenza sia maschile sia femminile.

Aggiungi un commento