Federica e Filippo, quando l'amore va a fondo

Nel corso di 6 anni sono stati infiniti i "lascia e prendi". Adesso lei non sembra disposta a tornare indietro. Lui, però, proprio non riesce a dimenticarla

Inutile ribadire quanto ci hanno fatto sognare. Federica Pellegrini e Filippo Magnini hanno tinto pagine e pagine dell’azzurro nazionale, sfumandolo con il rosa della loro lunga e travagliata storia d’amore.

Permettetemi, da brava figlia degli anni ’80, di azzardare un nostalgico paragone con l’amatissimo anime nipponico, perché le assonanze con Mila e Shiro sono davvero tante. Non saranno due cuori nella pallavolo, ma due cuori in vasca ci sta tutto. Lei, come la beniamina del cartone, è la stella, lui uno sfocato contorno romantico. Lungi da me sminuire le imprese sportive del buon Magnini, dopotutto resta sempre il miglior stileliberista italiano, ed anche lui è un campione mondiale. Ma Federica ha una cosa che si chiama “primato“, il che vuol dire che attualmente è una campionessa imbattuta su scala mondiale, nella storia dei 200 metri stile, e scusatemi se è poco. Tutte le volte che ci penso assumo un eloquente espressione tronfia, perché resta uno dei più grandi orgogli italiani.


Come si fa a non perdere la testa per la donna dei record e delle medaglie? Io un po’ lo capisco Filippo, che proprio non riesce lasciarla andare. Talentuosa, testarda e caparbia come pochi, qualcuno la chiama “la Fenice“, perché ha saputo magistralmente risorgere dalle ceneri dei fallimenti. Come è successo a Rio2016, dove la terribile delusione olimpica non è riuscita, neanche per un secondo, a scalfire il suo spirito competitivo o a mortificare la sua voglia di vincere. Ed infatti, la Fenice, ha raccolto a piene mani quella sconfitta, l’ha portata a casa e ci ha lavorato su, preparandosi ai mondiali di Budapest. In Ungheria, dove tanti la davano per fuori dai giochi, ha gareggiato tra le giovanissime. Non solo si è ricoperta di “auree” soddisfazioni, portando a casa il primo posto, ma ha addirittura battuto il record mondiale, segnando un nuovo tempo e scrivendo la storia.

Ecco, adesso, a tutto questo, aggiungete anche il fatto che è incredibilmente sexy. Non ci credete? allora date un’occhiata alle foto scattate durante la settimana della moda a Milano. Una conturbante Federica-medaglia d’oro-Pellegrini ha svestito la solita mise sportiva, e ha sfilato in bikini, per Raffaella D’Angelo. Addosso, un costume dipinto a mano, nello specifico un paint-kini a tema floreale. Chiunque è rimasto a bocca aperta, la sua silhouette ha ondeggiato fiera sulle passerelle, in un perfetto equilibrio di forza ed eleganza. Non c’è che dire, con il suo fisico statuario, può anche giocare a fare la modella. Pensate che non era nemmeno la prima volta. Esattamente un anno fa, quando tutto andava ancora a gonfie vele con Filippo, lei percorreva con energica grazia al la passerella, mentre lui innamorato la guardava dal parterre. Ma quelli erano altri tempi, quando la coppia più amata dello sport era ancora affiatata.

timthumb

È stata una storia lunga e travagliata. L’amore è nato tra le corsie della piscina nel 2011. I mesi seguenti furono tutto un vacanze spensierate-passeggiate mano nella mano-selfie di coppia. Naturalmente alternati da fitti allenamenti, perché “mai perdere di vista l’obiettivo“. Erano la coppia perfetta, atletici, giovani, vincenti, e poi non dimentichiamo il potere dell’allitterazione: Filippo e Federica suonava troppo bene. Poi nel 2013 la prima crisi, una maretta che durò un paio di mesi. Poi al termine dell’estate 2016 la frattura, era il periodo delle gare in Canada. Ma in gennaio di nuovo il sereno.

Da alcuni mesi però la situazione è precipitata. Lei ha detto di volersi concentrare e pensare solo a Budapest. Un training che ha funzionato, visti i risultati. Stavolta, però, non c’è stato nessun riavvicinamento. Lui ha seguito il trionfo da lontano, dedicandole alcuni post di congratulazioni, parole piene di orgoglio. Da parte di Federica, il nulla. Anzi, nonostante qualche voce che la volesse impegnata in una liaison con Matteo Giunta, cugino di Filippo, dopo il traguardo della vita, l’amore in generale le era totalmente indifferente. Si è goduta quest’estate da single. In giro per il mondo, amici, amiche, risate, ovviamente tanto mare. E lui? Cosa ha fatto nel frattempo? È stato a casa a smaltire l’abbandono, crogiolandosi nella speranza di un ritorno. Dopo la sfilata però non ce l’ha fatta, ha ceduto e le ha velatamente dedicato un post su Instagram, in cui chiede in prestito le parole al vecchio Jovanotti, per dirle che la vede scritta su tutti i muri, ogni canzone gli parla di lei, e tutte quelle cose romanticissime della canzone. Serenate al vento, perché lei d’altra parte non fa che dire cose del tipo: “Dopo una storia importante ci vuole decompressione“. Temo proprio che il messaggio sia chiaro, Filippo, meglio toglierci ogni speranza. È stato bello sognare, ma questo non è un cartone animato giapponese. Il mio consiglio? Butta via il cd di Jovanotti ed esci a far conquiste, che appena apri la porta di casa, sono sicura ci sia una fila lunghissima di pretendenti, che non aspetta altro.

 







@lorenzojova sempre presente nelle mie playlist! 💥🎼 Hai 18 anni e quell’aria da signora ti sta anche male E non ci credere quando ti dicono che sei speciale I COMPLIMENTI COSTANO POCO e certe volte non valgono di più Quello che sei, dove vai ciò che vuoi Lo sai soltanto tu E non ti mettere tutto quel trucco che ti sta male A me mi piaci perché sei dolce quando sei normale Quando rinunci ai comportamenti da fotomodella E mi riempi la faccia di baci e mi accarezzi la pelle Quando mi dici dai spegni la luce che mi vergogno Quando sei lì che ti trema la voce e a me mi sembra un sogno Ti vedo scritta su tutti i muri Ogni canzone mi parla di te E questa notte questa città mi sembra bellissima CHISSÀ SE STAI DORMENDO Sei maggiorenne oggi eh E che cosa è cambiato Che puoi firmare le giustificazioni Quando avrai “bigiato” Ma nella scuola quella senza i libri Non ti serve a niente PERCHE DA OGGI DEVI STARE ATTENTA A TUTTA QUESTA GENTE Che ti riempie la testa di cose, di facce e di miti Che non potrai veramente sapere a cosa sono serviti Quindi bambina NON CREDERE A NIENTE CHE NON SIA AMORE Ti vedo scritta su tutti i muri Ogni canzone mi parla di te E questa notte questa città mi sembra bellissima Chissà se stai dormendo A cosa stai pensando Da quando abbiamo fatto l’amore ci penso spesso A quanto è bello quando il sentimento si sposa col sesso Sarà stato il destino A volte penso vorrei lo sai essere stato il primo E poi ci penso e alla fine è lo stesso perché PERCHÉ TANTO NON L HAI MAI FATTO COME L HAI FATTO CON ME Chissà se stai dormendo

Un post condiviso da Filippo Magnini (@filomagno82) in data: 24 Set 2017 alle ore 10:46 PDT



Aggiungi un commento