Arrestato l'ex terrorista Cesare Battisti

L'ex terrorista estremamente noto, Cesare Battisti, è stato arrestato al confine tra Bolivia e Brasile, a Corumbà

La notizia ci giunge dalla città di Corumbà, località situata proprio al confine tra Brasile e la Bolivia. È stato arrestato il noto ex terrorista Cesare Battisti, condannato in Italia all’ergastolo. L’ex dei Proletari Armarti per il Comunismo – PAC – è stato fermato dalla polizia stradale federale durante un controllo.

L’arresto durante la fuga

Da anni l’Italia chiedeva la sua estradizione e, dopo una lunga fuga, si è giunti al suo arresto. È finito in manette il noto terrorista italiano Cesare Battisti, fermato in quel di Corumbà a cavallo tra il Brasile e la Bolivia. Sembra proprio che l’ex terrorista e scrittore italiano si trovasse in fuga, in cerca di oltrepassare il confine con la Bolivia, quando durante un controllo la polizia lo ha fermato e successivamente arrestato.


In Italia atteso per scontare l’ergastolo

A riportare la notizia del suo fermo è stato direttamente la fonte americana O Globo. Dapprima la scusa della pesca, poi però, il tentativo di fuggire in Bolivia, un gesto immortalato dagli occhi già sospettosi degli agenti che in un primo istante avevano voluto lasciarlo libero ma che poi l’hanno arrestato. Oggi 62enne, Battisti è condannato in Italia all’ergastolo per ben 4 omicidi risalenti agli anni di piombo. Dopo che Luiz Inacio Lula da Silva decise di respingere l’estradizione chiesta dall’Italia a seguito dell’arresto avvenuto nel 2007, Battisti poté godere dello status di rifugiato politico.

È il 2015 quando Battisti riesce addirittura a sposarsi e mettere al mondo un figlio con una donna del posto. Ora la sua fuga, lunga circa 36 anni, sembra essere definitivamente finita. Un presentimento forse però già aleggiava già all’inizio di questo settembre. Proprio in occasione del cambio presidenziale infatti, proprio l’Italia aveva voluto riportare l’attenzione sul caso e chiedere la revisione di quella decisione presa dall’ormai ex presidente. Detto fatto: presa la definitiva decisione di estradarlo dal nuovo presidente brasiliano, non ha fatto in tempo a scappare Battisti che, a pochi passi dalla Bolivia, è stato fermato.

Aggiungi un commento