Violentata sugli scogli, ora arrivano i fermi per 3 minorenni

La ragazza, 15enne, aveva denunciato le violenze a luglio. Le indagini sono giunte a una svolta solo recentemente

Sono stati fermati, dopo 3 mesi di indagini, 3 ragazzi in zona di Napoli accusati di aver violentato una ragazza sugli scogli a Marechiaro, località del capoluogo campano. La giovane, di 15 anni, aveva denunciato le violenze ai carabinieri subito dopo. I 3 giovani erano stati raggiunti da un avviso di garanzia, ma la svolta nelle indagini è arrivata solo ora.

Violentata e derisa

La giovane era stata avvicinata dal trio di ragazzi, che conosceva, mentre si trovava in una zona di scogli piuttosto isolata. Con una scusa, i 3 erano riusciti ad allontanarla ed avevano abusato di lei. Ancora sotto shock la ragazza aveva raccontato tutto ai genitori e con loro era andata a sporgere denuncia.


Subito dopo, erano cominciati insulti e minacce via social nei confronti della giovane: alcuni amici dei 3 ragazzi avevano scritto sulla sua bacheca Facebook insinuando che stesse facendo la vittima (“Prima fai e poi ti tiri indietro?”) e minacciandola di morte. Addirittura, un giovane aveva contattato la ragazza in privato per scriverle: “Smettila di dire queste fesserie. Forse non hai capito chi sono io. Sono da poco uscito dalla comunità di recupero, se non ritratti e stai al posto tuo, vengo a dare fuoco alla tua abitazione”. La giovane non si era fatta intimorire e in un messaggio pubblico aveva risposto agli insulti: “Siete ridicoli nel vero senso della parola, io non vi auguro assolutamente quello che è successo a me però almeno non rideteci sopra perché ridendoci la ruota gira!”. Successivamente, però, la ragazza aveva chiuso il suo gruppo Facebook.

Fermati grazie a una svolta

Non si conoscono ancora i dettagli che hanno portato al fermo di 3 giovani, ma si sa che si è trattato di un gesto motivato da una svolta nelle indagini che ci sarebbe stata recentemente. Sembra che sviluppi recenti abbiano dato la possibilità di confermare la versione iniziale della ragazza ed abbia dato modo di capire quale sarebbe stato effettivamente il ruolo di ognuno dei 3 durante la violenza.

Aggiungi un commento