Chiara Appendino parla di multe nel video, ma si dimentica la cintura di sicurezza

In un video in cui spiega il perché dell'alto numero di multe a Torino, la Sindaca si dimentica di un dettaglio estremamente importante

A Torino, è tempo di multe. Pare infatti che l’amministrazione comunale abbia deciso di avere mano ferma e incrementare le sanzioni per chi non rispetta il codice stradale, con conseguente aumento delle multe. Davanti alle proteste di parte della cittadinanza, la sindaca Chiara Appendino ha deciso di intervenire con una diretta Facebook girata mentre era in macchina, diretta a Roma, per spiegare l’importanza dell’educazione civica. Le sue parole sono state piuttosto perentorie: “Quando uno si prende una multa ha fatto qualcosa che danneggia la collettività. Il tema delle multe è che noi le multe le facciamo perché vogliamo che si rispetti il prossimo all’interno della nostra comunità”. Peccato che, come molti le hanno fatto notare, si sia messa a parlare di rispetto delle regole mentre viaggiava come passeggero in macchina non aveva la cintura di sicurezza allacciata.


Un errore in buona fede

L’assenza della cintura di sicurezza non è certo passata inosservata e in molti sono intervenuti sotto il video chiedendo spiegazioni di tale mancanza. La sindaca, poco dopo, ha reagito prontamente ammettendo il suo errore, e chiedendo scusa per la distrazione: “Ha ragione chi scrive che la cintura è obbligatoria, chiedo scusa. La metto sempre, anche dietro e l’ho messa appena terminata la diretta”. In molti hanno riconosciuto e apprezzato il mea culpa della Sindaca, che ha subito ripreso le redini del suo grado di apprezzamento da parte dei commentatori della sua pagina.

GUARDA IL VIDEO:



Fonte video

Aggiungi un commento