Marco Predolin: "Sono stato vero, non sono un bestemmiatore né un omofobo"

L'ex conduttore chiarisce il vero motivo della sua eliminazione dal Gf Vip, avvenuta a sua detta a causa di un turpiloquio. Predolin non si trattiene anche sugli altri concorrenti: "Mancano di personalità, se questa è la tv non fa per me"

Continua la battaglia di Marco Predolin per riscattarsi dalla nomea di bestemmiatore e omofobo, che gli è valsa anche la chiacchieratissima squalifica dalla casa del Grande Fratello: dopo aver cercato di scusarsi e spiegare le sue ragioni prima a Verissimo, poi a Domenica Live, l’ex concorrente della Casa affida le sue parole anche alla carta stampata e tiene a precisare: “Non sono un bestemmiatore”.

“Ho fatto un errore: ho scelto di essere Predolin”

Non ci sta Predolin, la diceria che lo vede squalificato dal Gf Vip per un’esclamazione blasfema proprio non riesce ad accettarla: “L’esclusione dal GfVip è avvenuta non per una bestemmia, ma a causa di un turpiloquio. Ne ho parlato con gli avvocati” racconta l’ex presentatore al settimanale Chi, in edicola dall’11 ottobre.


Predolin ci tiene a precisare anche che la fama che si è costruito in poco più di una settimana non corrisponde alla verità: “Non sono un bestemmiatore, voglio si sappia. E non sono omofobo. Chi mi conosce, in primis i miei amici gay, mi hanno detto: ‘Mandali a quel paese, non sanno chi sei, si difende. “Ho cazze***ato, sono un battutaro e quest’ironia l’ho ‘rubata’ proprio all’autoironia dei miei amici gay. In realtà ho fatto un errore ben più grande. Ho scelto la realtà, ho scelto di essere Predolin“.

I concorrenti del Gf Vip: “Si odiano tutti”

Un conduttore che si scagiona intimando che tutti, chi più chi meno, “usiamo parolacce. Non si dice ‘perbacco’ per la strada, io sento dire ‘c…o’. Io mi sono mostrato nudo. Un uomo risolto, nel bene e nel male. Forse avrei dovuto fingere come fa la maggior parte dei concorrenti rimasti in gara. Finti, fintissimi. Io ero, sono e rimarrò vero“. Non risparmia parole amare anche nei confronti dei suoi compagni d’avventura che ancora sono all’interno della casa più spiata d’Italia. “Si odiano tutti e mancano di personalità. Lorenzo Flaherty oggi limona Malgioglio, ma ieri con me rideva di gusto quando ironizzavo su Cristiano. Lo bacia perché era in nomination. Se questa è la tv non fa per me.

Infine, l’ex conduttore si apre sul periodo di difficoltà, personale ed economica, che ha affrontato negli ultimi anni prima di guadagnare di nuovo un posto in tv: “Sono padre di due ragazze e ringrazio la mia ex moglie Cristina che in quel momento mi ha dato una mano in tutti i sensi. Sono finito in un vicolo cieco. Ho ridimensionato la mia vita in modo radicale. Ho fatto ogni tipo di lavoro. Due anni di sofferenza totale. Oggi vivo dignitosamente, ma vorrei tornare a fare il mio lavoro. Un volta ero un conduttore, anzi sono un conduttore. Altrimenti emigro in Argentina e qualcosa salterà fuori“.

Aggiungi un commento