Meteo: temperature all'insegna dell'ottobrata, è un autunno caldo

Ottobre continuerà ad essere in balia dell'alta pressione almeno fino al 20 del mese. Zone stabili in Italia, dove regna il clima da ottobrata romana

Ad ottobre l’entrata della stagione autunnale nel meteo fa supporre un tempo piovoso, un po’ più cupo. Il sole invece splende sull’Italia per merito dell’alta pressione delle Azzorre che porta climi da vera ottobrata romana su tutta la Penisola. Le massime risaliranno sui 25°, e la circolazione depressionaria dall’Est Europa sarà bloccata dall’anticiclone atlantico.

Ottobre caldo: temperature in salita

Dalle Azzorre arriva il bel tempo: sulla Penisola le temperature salgono e il sole splende. Un clima asciutto che in alcune zone avrà delle battute d’arresto dovute alle correnti freddi dall’Europa continentale, specialmente al Sud. Dalla Puglia, passando per le zone appenniniche di Lazio, Abruzzo, Umbria, tempo leggermente più incerto. Anche Sardegna e Sicilia avranno degli annuvolamenti, ma niente di serio. Poche piogge sparse che cederanno a metà settimana il passo all’ottobrata.


Il Nord sarà baciato da temperature miti, in risalita, che sfioreranno i 23°-25° in alcune zone. Solo la Pianura Padana potrebbe avere degli addensamenti nebbiosi, che non incideranno comunque sulle temperature tardo-estive. Anche al Sud Italia la situazione si farà via via più stabile.

Meteo: che fine ha fatto l’autunno?

Non ci sono previsioni riguardo a quanto durerà questo tepore da fine dell’estate. L’ottobrata si prolungherà a tempo indeterminato, sostenuta anche da correnti sub-tropicali. Purtroppo, questo clima potrebbe rivelarsi disastroso dato la mancanza delle piogge autunnali, che acuirebbero il periodo di siccità cominciato questa estate. Alcuni modelli riportano un cambio di clima a metà del mese. Verso il 17-18 ottobre dovrebbe concludersi questo periodo tiepido, ed entrare in scena un clima un po’ più autunnale.

Non ci sono conclusioni certe, l’unica cosa che al momento appare monolitica è che l’alta pressione ha conquistato tutto il continente. La bolla copre non solo l’Italia, ma arriva a lambire anche la Penisola Scandinava, spostando così le correnti del Nord Europa verso l’Est. Solo verso il 20 ottobre è prevista una minaccia a questa tarda estate prolungata dal versante atlantico.

Aggiungi un commento