Pellegrini e Paltrinieri chiariscono, la Federnuoto apre un'indagine

La Procura Federale della Fin apre un'indagine sulla lite furibonda avvenuta tra alcuni dei più grandi atleti del nuoto italiano

La rabbia di Federica Pellegrini, causata dall’assegnazione del premio “Allenatore dell’anno 2017” a Stefano Morini, sembrerebbe essere una tempesta già passata. La Pellegrini, però, si ritrova adesso in acque ben più salate.

Federica Pellegrini e la querelle con Paltrinieri

Federica Pellegrini aveva espresso su Twitter tutta la sua delusione per l’assegnazione, da parte della Federazione Italiana Nazionale di nuoto, del “Premio Castagnetti” a Morini, coach degli atleti Paltrinieri e Detti. Secondo la campionessa il riconoscimento sarebbe dovuto spettare al suo allenatore, Matteo Giunta, che più lo meritava. Questo sfogo è stato mal interpretato da Paltrinieri, che ha definito le parole della Pellegrini poco rispettose. Il battibecco tra i due è continuato, se non peggiorato, con l’intervento di Tommaso Morini, figlio di Stefano.


Facciamo la guerra

Tommaso Morini, chiaramente schierato dalla parte del padre, avrebbe rilasciato pesanti accuse sulla presunta relazione tra la Pellegrini e il suo allenatore, Giunta, in un post che è poi stato rimosso. Federica Pellegrini, per questo, ha minacciato di querelare il Morini junior.

Intanto, alcune voci di corridoio spifferano che la polemica tra i due atleti, Pellegrini-Paltrinieri, si sarebbe assopita. I due si sarebbero infatti chiariti telefonicamente, attraverso delle note vocali via Whatsapp. Mentre Tommaso Morini, in un altro post, si sarebbe scusato con Federica che, però, non ha ancora risposto. “Mi scuso pubblicamente, ho già avuto modo di scusarmi con Giunta per telefono. Se vorrà e avrà piacere lo farò anche con Pellegrini“, scrive Morini su Twitter, “Preso dalla rabbia per i continui attacchi nei confronti di mio padre ho perso la testa e sbagliando, ho insultato. Sono un appassionato di nuoto e come tutti noi appassionati mi sono sentito ferito. Ho esagerato, mi dispiace“, conclude.

Provvedimenti in corso

Ad essersi rilassata non è stata, però, la Federnuoto, che ha aperto un fascicolo sul caso della lite. Paolo Barelli, Presidente della Fin, si dichiara, su una nota pubblicata sul sito della Federazione, dispiaciuto per l’avvenuto: “Dispiace che all’origine di tutta questa incredibile vicenda sia un premio, promosso dalla Federazione Italiana Nuoto, che da anni viene attribuito sulla base di voti espressi da una giuria indipendente, nella quale figura una larghissima maggioranza di giornalisti delle più importanti testate nazionali“. Inoltre, il Presidente ha precisato che “È stata aperta un’indagine per valutare eventuali responsabilità di tesserati relative a una vicenda che lede l’immagine del nuoto“. Nel frattempo Morini ha invitato tutti a chiudere con la polemica.

Aggiungi un commento