Batman, 10 curiosità su "Il Cavaliere Oscuro"

La trilogia cinematografica di Christopher Nolan dedicata a Batman ha riscosso un enorme successo. I tre titoli che la compongono sono 'Batman Begins' del 2005, 'Il Cavaliere Oscuro' del 2008…

La trilogia cinematografica di Christopher Nolan dedicata a Batman ha riscosso un enorme successo. I tre titoli che la compongono sono ‘Batman Begins‘ del 2005, ‘Il Cavaliere Oscuro‘ del 2008 e ‘Il Cavaliere Oscuro-il ritorno‘ del 2012. Il più apprezzato da pubblico e critica è sicuramente il secondo film, quello in cui l’Uomo Pipistrello si trova ad affrontare due dei suoi più noti avversari, ovvero il Joker e Due Facce. Ecco un elenco di 10 curiosità su quel film.

Batman



  1. Il film fu distribuito nelle sale USA a partire dal 18 luglio 2008 e incassò più di un miliardo di dollari in tutto il mondo a fronte di un budget di 185 milioni di dollari. La pellicola ha vinto due premi Oscar: a Richard King per il Miglior montaggio sonoro e a Heath Ledger come Miglior attore non protagonista (postumo),


  2. su ‘Il cavaliere oscuro’ aleggiano voci di una maledizione. Il 26 settembre 2007 il tecnico degli effetti speciali Conway Wickliffe si schiantò con l’auto contro un albero e morì nell’impatto. Il 22 gennaio 2008, Heath Ledger venne trovato morto, poco dopo la fine delle riprese. Il 21 luglio 2008, tre giorni dopo l’uscita negli Stati Uniti del film, Christian Bale fu arrestato e, infine, il 3 agosto 2008, Morgan Freeman fu coinvolto in un incidente d’auto nei pressi di Ruleville (Mississippi), senza alcuna conseguenza,


  3. per il personaggio di Joker, le fonti principali sono state il fumetto ‘The Killing Joke’ (1988), scritto da Alan Moore e disegnato da Brian Bolland, e le prime apparizioni del personaggio, negli anni Quaranta,


  4. Bale si sottopose ad un allenamento intenso e assiduo al fine di raggiungere una condizione fisica eccellente per il film. L’attore seguì un corso di Keysi Fighting Method, arte marziale spagnola che insegna ad usare ogni parte del corpo come arma,


  5. Heath Ledger  trascorse sei settimane isolato in una stanza d’albergo, tenendo un diario in cui annotava il suo lavoro, per plasmare il suo Joker. Oltre a ‘The Killing Joke’, trasse ispirazione anche da ‘Arkham Asylum’ e da Alex, il protagonista di ‘Arancia Meccanica’,


  6. la famosa scena dell’interrogatorio fu girata nelle prime tre settimane di lavorazione. Ledger e Bale si erano esercitati per le scene di lotta, mentre il resto lo si voleva più libero e spontaneo. Le riprese furono effettuate con una telecamera a mano, e il tutto fu illuminato solo con una lampada da tavolo per far risaltare maggiormente il trucco disfatto del Joker e la nuova armatura di Batman,


  7. la costumista Lindy Hemming nel ridisegnare l’uniforme di Batman, si è ispirò alle divise per il motor biking e alle placche di kevlar in dotazione all’esercito. Al posto della gomma furono adoperati differenti materiali al fine di rendere il costume più protettivo e flessibile. Lo si è divise in più di 100 parti, separando la testa dal torace. Gli stessi guanti del costume furono resi anche come armi funzionali. Lo stilista scelto per i vestiti del milionario Bruce Wayne fu Giorgio Armani, il quale intitolò la linea in questione ‘Giorgio Armani for Bruce Wayne’,


  8. per quanto riguarda il Joker, la costumista optò per uno stile più giovane e più trendy rispetto alle versioni precedenti. Da qui la scelta di un mantello porpora, un gilet verde, una giacchetta leggera stile Carnaby Street Mod look, una camicia ricalcata su di un modello vintage, scarpe italiane con la punta rovesciata, simile a quelle di un clown, e una cravatta sottile dalla Turnbull & Asser,


  9. una delle cose più straordinarie di questo sequel sono i veicoli. In questo film compare il Batpod, motociclo in grado di restare in piedi senza cavalletto ed equipaggiato di cannoni da 40 mm, mitra calibro 50, e lancia rampini. Fu realizzato dal supervisore agli effetti speciali Chris Corbould, in sei differenti copie. L’unico in grado di governarlo è stato lo stuntman professionista Jean Pierre Goy, 


  10. ‘Il cavaliere oscuro’ è stato segnalato tra i migliori film in diverse classifiche, come ad esempio nella 500 Greatest Movies of All Time della rivista Empire, dove è 15°. Sempre per Empire, l’interpretazione di Joker è al terzo posto tra i 100 Greatest Movie Characters.