Oggi ha quattro anni, ma sin dalla sua nascita il bimbo era incinto. Si tratta di un caso più unico che raro, se si considera che il fenomeno è in grado di verificarsi soltanto una volta su mezzo milione. Il bimbo vive nel Bengala Occidentale, a Kharikabandh nel distretto di Midnapore, ed i medici si sono accorti della sua particolare condizione dopo che il bimbo ha iniziato ad accusare forti dolori addominali. A quel punto i medici hanno immediatamente deciso di sottoporre il piccolo ad una Tac, allo scopo di verificare la causa del suo malessere. L’esame non ha lasciato alcun dubbio: da quattro anni, cioè sin dal momento della sua nascita, il bambino portava in grembo un feto senza vita.

feto

Alla base del fenomeno, il cosiddetto “fetus in fetu“, una rarissima anomalia che si verifica nella fase dello sviluppo embrionale. Nel corso della crescita dei tessuti, parte degli stessi iniziano a formare un feto che continua a crescere ed a svilupparsi all’interno del corpo del feto principale. I due sono in realtà gemelli, ma quello sviluppatosi più tardi non segue un percorso di crescita sano. Si tratta di una gravidanza gemellare del tutto atipica.

Per rimuovere il piccolo feto senza vita dal corpo del bambino i medici hanno proceduto con un intervento chirurgico: “L’embrione morto è stato rimosso dal corpo del bambino dopo una lunga operazione.

Il paziente adesso è ancora sotto stretta osservazione“, hanno riferito i medici sottolineando come si trattasse di un feto parzialmente sviluppato e dotato di gambe, unghie e persino di un cranio quasi totalmente formato. Secondo le stime, oltre un quarto dei casi mondiali di “fetus in fetu” si registra in Asia, ed oltre il 40% in India.