Wiong Shuiua, un anziano cinese originario di Xiongkeng, in provincia di Xynu è tornato nel suo paese natale dopo aver accumulato una ricchezza tale da permettergli di ristrutturare, demolendoli e ricostruendoli, tutti gli edifici, restituendoli poi ai proprietari.  Ecco la storia straordinaria di quest’uomo che non si è dimenticato le sue umili origini.

due

Wiong ha lasciato il suo Paese col sogno, comune ai migranti, di diventare ricco. Al contrario di molti, ha realizzato le sue speranze, mettendo da parte una piccola fortuna. Wiong ha lavorato per anni nel settore siderurgico, con la costanza e la perseveranza che aiutano a realizzare i desideri nella vita.

Dopo anni di fatiche, l’uomo, ormai anziano e benestante, si è reso conto della quantità di denaro che possedeva. Forse a causa delle sue origini modeste, che non lo hanno abituato a spese eccessive e incontrollate, l’uomo ha dichiarato: “Ho guadagnato più soldi di quelli che posso spendere“.

Da qui la decisione di tornare in Patria, dove avrebbe potuto aiutare i connazionali indigenti, come lui da giovane. Il paese di Xiongkeng è stato completamente raso al suolo, per essere poi ricostruito.

Gli appartamenti nuovi sono stati donati dal benefattore ai contadini che li abitavano.

La Cina è un Paese attaccato alle proprie tradizioni, antiche saggezze millenarie. La generosità di quest’uomo lo dimostra e ricorda l’importanza di non dimenticare da dove veniamo quando la fortuna ci sorride.