Mangiare una salsiccia è pericoloso per la salute come fumare sigarette o respirare amianto. A sostenerlo è l’Organizzazione Mondiale della Sanità che aggiungerà i prodotti confezionati di carne rossa alla propria lista di sostanze cancerogene.

Bacon, hamburger e salsicce entreranno in una lista nera di sostanze potenzialmente cancerogene insieme a fumo, arsenico, alcol e amianto. Occhio anche alla carne rossa fresca: sarà etichettata come “lievemente meno pericolosa” rispetto ai lavorati industriali, ma verrà comunque inserita nella “enciclopedia dei cancerogeni“. A rivelarlo in anteprima al Daily Mail britannico una “fonte interna ben posizionata“.

hamburger-rischio-cancro

La questione è stata approfondita perché, nel Regno Unito, il cancro all’intestino è il secondo tipo di tumore che colpisce la popolazione.

Le grandi quantità di grasso contenute nella carne e il composto che la rende rossa possono danneggiare lo strato interno dell’intestino. Attenzione anche ai salumi, come il prosciutto cotto o il salame, perché i trattamenti di preparazione e conservazione industriali, dalla salatura all’aggiunta di conservanti chimici, risultano essere potenzialmente cancerogeni.

A confermare le preoccupazioni è anche uno studio recente dell’Università di Torino che mette in evidenza come nella carne lavorata, tipo hamburger e wurstel, si trovino sostanze farmacologiche ereditate durante i precedenti processi di lavorazione.

Prima regola, quindi, ridurre il consumo di carne rossa.

Secondo le stime del governo inglese, infatti, per evitare di ammalarsi di tumore all’intestino basterebbe seguire uno stile di vita più sano. Un duro colpo per le catene di fast food e per l’industria della carne, che saranno costrette a rivedere le regole e l’etichettatura. Intanto si resta in attesa che l’Agency for Research on Cancer dell’Oms prenda una posizione ufficiale e aggiorni le proprie linee guida.