Non si placano le polemiche dopo il Gran Premio di Moto Gp di Sepang che potrebbe aver deciso il mondiale. Valentino Rossi e Marc Marquez si sono resi protagonisti, in gara, di un acceso duello conclusosi con lo scontro che ha mandato Marquez a terra e  in conferenza stampa di accese dichiarazioni.

Rossi soprattutto è parso non essere più il serafico campione che tutti conoscevamo. Nelle sue dichiarazioni, infatti, si coglie ancora rabbia e nessun segno di pentimentoIo volevo solo rallentarlo, non è stato un fallo di reazione anche se mi ha portato allo sfinimento.

È un brutto epilogo, per tutti. Sarebbe stato bello giocarsela con Lorenzo, ma Marc ha deciso che doveva decidere lui

maxresdefault

Valentino Rossi, infatti, ha spiegato anche la sua versione riguardo allo scontro avvenuto in gara al settimo giro”Ci siamo toccati, ma non è vero che gli ho dato un calcio, è lui che mi ha toccato con il manubrio sulla gamba, poi ho perso l’appoggio sulla pedana”. E a chi gli chiede dell’ultimo GP che si terrà a Valencia tra due settimane, dove Rossi sarà costretto a partire in ultima posizione per la sanzione ricevuta, risponde: “Valencia?

Forse non partirò nemmeno, devo decidere

Totalmente differente, invece, la versione dello spagnolo della Honda “Si è visto, è facile vedere cosa è successo, io mi stavo difendendo bene poi alla curva 14 Valentino mi ha guardato e quando mi ha visto vicino mi ha dato un calcio e sono andato a terra. […] Forse è il nervosismo, ma là ci giochiamo la vita

La Yamaha, intanto, ha presentato ricorso nei confronti dei commissari di gara, grazie anche ad un video che si è diffuso in rete che scagionerebbe parzialmente Valentino Rossi, mostrando come sia Marquez a toccare per primo il campione di Tavullia.