letto

Rifare il letto è un’azione comunissima, la prima che dà inizio alla giornata. C’è chi non rinuncerebbe mai a riordinare subito il letto fuggendo dal caos già di prima mattina, e chi, più pigro, rifiuta di farlo sostenendo che faccia male alla salute. Ed a quanto pare i pelandroni non hanno poi tutti i torti, considerando che uno studio ne ha evidenziato alcuni “effetti collaterali”.

letto

E’ il dottor Stephen Pretlove della Kingston University School of Architecture ad aver condotto uno studio che rilevato come tra coperte e materasso vivano oltre 1,5 milioni di piccolissimi insetti, i cosiddetti acari.

Si nutrono di minuscole particelle di epidermide e vivono proliferando proprio in ambienti umidi e caldi. La presenza di tali acari è effettivamente pericolosa per la salute, in quanto possono provocare tosse, allergie, irritazioni e dermatiti. Le lenzuola, assorbendo il sudore corporeo emesso durante la notte costituiscono un ambiente ideale per tali microbi. Per questo ricomporre lenzuola e coperte immediatamente dopo il risveglio, non fa altro che sigillare sudore e e cellule della pelle, dando modo agli acari di proliferare.

Proprio per impedirne lo sviluppo, bisognerebbe lasciare il letto disfatto in modo che le coperte possano respirare e l’umidità sia completamente eliminata.

In questo modo non soltanto gli acari finiscono per disidratarsi e scomparire, ma anche i più pigri avranno il pretesto perfetto per evitare di riordinare il letto.