Alla periferia sud di Torino un’anziana donna di 84 anni è stata trovata dagli agenti della Polizia in condizioni di malnutrizione e fortemente disorientata. L’anziana non lasciava la sua abitazione da diversi giorni e gli agenti hanno subito chiamato l’ambulanza che, arrivata tempestivamente sul posto, ha fornito immediatamente assistenza alla donna che si presentava pericolosamente disidratata e malnutrita, per poi condurla successivamente al pronto soccorso dell’ospedale cittadino.

Ad avvisare la polizia è stato il titolare di un ristorante di Via Genova che da diversi giorni non vedeva più l’anziana, che era solita frequentare il locale.

Il giovane, cittadino del Bangladesh, insospettito dall’improvvisa assenza della donna non ha esitato a chiamare la polizia che subito si è recata a casa dell’anziana. Una volta sul posto gli agenti hanno sentito i lamenti della donna attraverso la porta e, chiamato il 118, si sono introdotti in casa sua passando per la finestra del vano scale comunicante con il balcone della camera da letto. Dopo essere entrati hanno trovato la donna in stato confusionale riversa sul divano in profonda difficoltà. Fortunatamente la vicenda si è conclusa nel migliore dei modi, grazie, soprattutto all’intervento del gestore del locale che si è preoccupato per la vicenda della signora.

anziana salvata

 

Non è raro sentire notizie di anziani o di persone in difficoltà che, lasciati soli, vengono ritrovati nei propri appartamenti anche dopo diverse settimane, quando ormai è troppo tardi. In questo caso l’anziana è stata fortunata ad incontrare il giovane bengalese a cui, molto probabilmente, ora deve la vita. In questi periodi dove spesso la propaganda razzista dipinge immigrati malvagi e malintenzionati è sempre bene ricordarsi di come ci siano persone, di tutte le etnie e di tutte le provenienze geografiche, che scelgono di fare la cosa giusta e di prendersi carico della vita degli altri.