Valentino Rossi in attesa del verdetto di Losanna

Non tutto è perduto. Questa almeno è la speranza di Valentino Rossi, del suo team e dei suoi numerossimi tifosi. Dopo l’incidente di Sepang con Marc Marquez infatti, la commissione di gara ha inflitto una penalità di tre punti sulla patente di Valentino che, avendo già ricevuto in passato una sanzione di un punto, dovrà partire ultimo in griglia a Valencia. Avendo solamente sette punti di vantaggio sul compagno di squadra spagnolo, Jorge Lorenzo, partendo in ultima posizione le possibilità di vittoria di Valentino si assottigliano sempre più e, salvo clamorose cadute o l’arrivo della pioggia, la situazione di Rossi parrebbe disperata.

Valentino Rossi tentato dal ricorso al Tas

La Yamaha è subito intervenuta con un ricorso, respinto dalla Federazione Motociclisca Internazionale. L’ultima speranza quindi, per Valentino Rossi, è rappresentata dal ricorso al Tas, il tribunale arbitrale dello Sport con sede a Losanna, in Svizzera. La Yamaha ha negato di aver presentato un ricorso anche se, dallo staff del Dottore arrivano conferme di un ricorso che è stato sicuramente preparato, non ancora consegnato. All’interno del ricorso comparirebbero diversi documenti, video e dichiarazioni che alleggerirebbero la posizione di Rossi.

Molti campioni, di tutti gli sport, e gran parte dell’opinione pubblica mondiale si è schierata infatti con il campione di Tavullia che sembra essere stato messo in trappola dal pilota spagnolo della Honda Marquez. Si susseguono, quasi giornalmente, i nuovi video e le nuove dichiarazioni degli addetti ai lavori e, nonostante sia passata quasi una settimana, le polemiche non sembrano diminuire.

Tuttavia, per non farsi troppe illusioni, è bene ricordare che i precedenti a questo tipo di ricorsi non sono molto buoni. Difficilmente il Tas decide di ribaltare sentenze di questo tipo.

La difesa di Rossi consisterebbe quindi nel sostenere che la sanzione sia sproporzionata, tre punti, e basterebbe una diminuzione a due punti per permettere al Dottore di giocarsi la sua posizione in griglia durante le qualifiche del sabato.

La scelta di Rossi è comunque fatta, lo conferma il comunicato ufficiale della Federazione Internazionale:

Il signor Valentino Rossi ha presentato ricorso contro la decisione presa dalla direzione gara del Gran Premio Shell Malesia Moto a Sepang , penultima prova del Fim MotoGP Gran Premio di campionato del mondo , e confermata dai commissari sportivi Fim, di sanzionare con 3 punti di penalità il signor Rossi.

Appellandosi alla Corte di Arbitrato dello Sport, il signor Rossi chiede l’annullamento o la revoca della penalità