La MotoGP delude ancora. O meglio, a farlo è uno dei beniamini delle due ruote che, nell’ultima settimana, beniamino lo è stato ma di critiche e accuse: si trovavano in Spagna, a casa sua, gli inviati de Le Iene Stefano Corti e Alessandro Onnis. Il progetto era quello di consegnare a Marc Marquez uno speciale riconoscimento ideato per celebrare le gesta del campione mondiale in seguito agli eventi di Sepang.

«In quattro contro due – rivelano le due vittime in un post di facebook pubblicato dall’account de Le Iene – siamo arrivati nei pressi dell’abitazione dei genitori del pilota, dove abbiamo incontrato Marc Marquez, suo padre, suo fratello e un loro amico.

Quando abbiamo provato a consegnare la nostra coppa siamo stati aggrediti e nella colluttazione hanno rotto la telecamere e sottratto le schede video. Probabilmente volevano una coppa più grossa».

wuajuni

In una nota, inoltre, Mediaset tiene a precisare che i due inviati del programma tv sono stati aggrediti e hanno dovuto ricorrere alle cure dei sanitari. Testimone è la foto che Corti e Onnis hanno diffuso sui social, nella quale i due appaiono con camicie sgualcite e cravatte tirate, mostrando l’apparecchiatura danneggiata dalla rissa.