raggio traente

Whatever you can do or dream you can, begin it”. Dalla fantascienza alla realtà: scoperto dagli scienziati delle università Britanniche di Bristol e del Sussex, il raggio traente di Start Trek e Guerre stellari. Il primo dispositivo in grado di sollevare e afferrare un oggetto utilizzando esclusivamente le onde sonore.

Persino il capitano Spock avrebbe avuto una reazione emotiva di fronte all’invenzione. “È stata un’esperienza incredibile vedere per la prima volta un oggetto afferrato dal raggio traente”, commenta Asier Marzo, studente e autore della ricerca.

raggio traente

Ovviamente l’immagine che abbiamo nella nostra memoria dell’astronave di Start Trek intrappolata, continuerà a rimanere fantascienza, dato che il raggio traente per ora funziona solo con oggetti non superiori al millimetro, però è un primo passo e chissà che il teletrasporto un giorno si possa trasformare da sogno in realtà.
Secondo lo studio di Nature Communications, sono diversi gli utilizzi che il raggio potrà avere in particolar modo nel campo della chimica e della medicina. Poichè le onde sonore viaggiano attraverso il corpo, il raggio può essere utilizzato per trasportare in sicurezza capsule di farmaci o microstrumenti chirurgici all’interno dell’organismo o per spostare calcoli o goaguli.
Ma su cosa si basa il concetto del raggio? L’idea vincente è stata quella di utilizzare la forza delle onde usando tante fonti di suoni diverse e controllabili. Spiegato in parole semplici, i ricercatori hanno disposto su di un piano 64 micro casse con l’obbiettivo di trovare la giusta combinazione di suoni le cui vibrazioni “aggrovigliate” tra loro sono capaci non solo di spingere un piccolo oggetto ma di manipolarlo a piacere. Risultato? Un raggio capace di sollevare, attrarre e manipolare e tenere sospeso in aria un oggetto delle dimensioni massime di millimetro.
Sapevamo che le onde sonore possono avere effetti fisici – spiega Bruce Drinkwater, docente dell’università di Bristol – ma qui abbiamo imparato a controllare il suono a un livello mai raggiunto prima”.