Il Papa ha detto: “I costi sono fuori controllo“. Queste sono le parole di Papa Francesco durante una riunione a porte chiuse. Questa e altre informazioni sono trapelate a causa di due stretti collaboratori del Pontefice poi arrestati.

La fuga di notizie riservate ha portato monsignor Lucio Angel Vallejo Balda e Francesca Immacolata Chaouqui all’arresto per “sottrazione e divulgazione di notizie e documenti riservati“. La Chaouqui poi è stata rimessa in libertà perché “non sono più state ravvisate esigenze cautelari, anche a motivo della sua collaborazione alle indagini“.

papa_1

Dalle registrazioni sottratte, spiega Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera, si può sentire il Papa chiedere una maggior trasparenza sulle finanze del Vaticano.

Il motivo della riunione a porte chiuse infatti, era una lettera ricevuta dai revisori contabili della Prefettura che segnalava la “quasi totale assenza di trasparenza nei bilanci sia della Santa Sede sia del Governatorato“.

Sempre durante quella riunione il Papa, registrato a sua insaputa, affermava: “Bisogna chiarire meglio le finanze della Santa Sede e renderle più trasparenti. Si è allargato troppo il numero dei dipendenti con un aumento in 5 anni del 30%“.

Tutto questo e molto altro ancora sarebbe riportato in due libri nati grazie alla fuoriuscita di informazioni private riguardanti la Santa Sede, il primo è “Via Crucis” di Gianluigi Nuzzi e l’altro è “Avarizia” di Emiliano Fittipaldi. Per il Vaticano i due testi sarebbero “frutto di un grave tradimento della fiducia accordata dal Papa e, per quanto riguarda gli autori, di una operazione per trarre vantaggio da un atto gravemente illecito di consegna di documentazione riservata“.