tumori

Asportano simultaneamente tre tumori addominali ad un paziente di 78 anni. Lo strabiliante intervento chirurgico è avvenuto all’Ospedale San Paolo di Civitavecchia, dove a salvare la vita dell’uomo è stato il primario di Chirurgia Emanuele Santoro. Il paziente non solo si è liberato in un colpo solo di ben tre umori, ma ha superato brillantemente l’operazione ed è stato dimesso dopo 8 giorni.

Dall’Asl Roma F fanno sapere come il 78enne D.A. soffrisse già da tempo di anemia, e per questo era ormai deperito e diventato inappetente. Dopo essere stato sottoposto ad un esame endoscopico, i medici hanno riscontrato la presenza di un tumore allo stomaco.

Ma in seguito ad ulteriori e più approfonditi accertamenti è emerso come fossero presenti ulteriori due tumori, al colon ed al rene. A quel punto l’unica scelta possibile era l’operazione, durata oltre cinque ore.

tumori

La compresenza di due tumori è in realtà un fenomeno abbastanza diffuso, con una frequenza compresa tra l’1% ed il 3% di tutte le operazioni oncologiche. Ma la contemporaneità di addirittura tre tumori è un caso più unico che raro, specialmente se situati in tre diversi organi addominali.

Altrettanto difficile la simultanea rimozione di tutti e tre i tumori con un unico intervento chirurgico.

Siamo felici dell’ottimo risultato – riferisce il dott. Santoro – e ringrazio tutti i colleghi che hanno collaborato alla riuscita dell’intervento. È stata una procedura particolarmente complessa e impegnativa“. “Ci siamo assunti un grosso rischio a eseguire un intervento di questa portata, ma non avevamo alternative – conclude il medico – Data l’eccezionalità del caso ne stiamo studiando il sistema immunitario e l’assetto genetico, per meglio capire come si sia potuta determinare una situazione così particolare“.