Segreto benefattore dona 16 mila euro al comune

Da diversi anni a causa della crisi economica e dei conseguenti tagli, operati dallo stato, alle casse dei comuni italiani, delle regioni e delle provincie, le piccole amministrazioni comunali sono sempre più in difficoltà. Non fa eccezione il comune di Comezzano – Cizzago, in provincia di Brescia che però, da oggi, avrà un problema in meno di cui preoccuparsi.

Grazie infatti ad un segreto benefattore le casse del paese sono state leggermente più piene. Il generoso uomo si è presentato negli uffici comunali consegnando circa 16 mila euro all’amministrazione con lo scopo di riasfaltare completamente le strade dissestate del comune e di aiutare una problematica realtà che gli sta particolarmente a cuore.

Segreto benefattore dona 16 mila euro al comune

Sembra che l’uomo non sia nemmeno un abitante del paese ma che, evidentemente, a Comezzano – Cizzago deve aver trascorso momenti davvero speciali e importanti della sua vita. L’annuncio è arrivato direttamente dal primo cittadino, Mauro Maffioli, il quale ha comunicato che i fondi saranno utilizzati, il prima possibile, per asfaltare la trafficata Via Don Scotti. Nel caso il regalo del signore non dovesse bastare l’amministrazione si è impegnata ad utilizzare un fondo proprio per completare l’opera di circa 22 mila euro.

Questa non è però l’unica donazione ricevuta dal piccolo paesino bresciano, ma si va ad aggiungere ad un’altra importante donazione, di cui il Sindaco ha parlato sempre durante il consiglio comunale, che vede protagonista un cittadino onorario di Comezzano-Cizzago, Giovanni Quaresimini.

Il signor Quaresimini è tanto amato all’interno del comune non per la sua generosità monetaria ma, invece, per aver donato alla biblioteca comunale di Comezzano – Cizzago un numero di libri che supera i duecento esemplari.

Queste donazioni, sicuramente uniche nel proprio genere, aiuteranno certamente Comezzano – Cizzago e i suoi cittadini a superare questo momento di difficoltà economica candidandosi come uno dei luoghi più generosi d’Italia.