Nella prima sessione di prove libere della classe MotoGp, gran premio di Valencia, Marc Marquez ha ottenuto il miglior tempo. Con 1’31”250 il campione del mondo uscente ha piazzato la sua Honda davanti alla Yamaha di Jorge Lorenzo, in ritardo di 0.184 millesimi e dell’altra Honda di Pedrosa, a 0.303 millesimi. La Ducati di Andrea Dovizioso si posiziona quarta, a quasi 4 decimi: quinto posto per la M1 di Valentino Rossi, a +0.415 millesimi.

Nella seconda sessione, invece, è il Porfuera a mettere in riga tutti: Lorenzo ha preceduto Pedrosa, Iannone e Rossi, che però ha dimostrato di avere un buon passo con entrambe le mescole degli pneumatici.

vale

Due settimane di bufera, adesso i motori delle due ruote tornano a ruggire. Dopo gli eventi di Sepang, i piloti ritornano a confrontarsi. Sul circuito Ricardo Tormo, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo si giocheranno il titolo, con soli 7 punti di vantaggio del Dottore, ma costretto a partire dall’ultima fila.

Il primo ad uscire dal box Yamaha è stato proprio Rossi, veementemente applaudito da un gruppetto di tifosi assiepati sulle tribune. Subito dopo è stato il turno di Marc Marquez, anch’egli al centro della gogna mediatica.

Rossi, ad ogni modo, potrà partecipare solo alle prove libere, non alle cronometrate di domani.

«Più che arrabbiato sono deluso: mi dispiace non potermi giocare una chance che mi ero costruito dall’inizio dell’anno, ma forse anche prima, e alla resa dei conti mi si toglie la possibilità di giocarmela». Valentino Rossi rivela il suo stato d’animo all’indomani del gp cruciale. «Già era difficile prima, adesso lo sarà ancora di più. ma adesso sono qui e dobbiamo cercare di impegnarci al massimo e mantenere concentrazione per arrivare competitivi e veloci il più possibile domenica».