Sono passati cinque anni e mezzo dalla morte di Michael Jckson, il Re del Pop, e i suoi guadagni sono ancora sbalorditivi.

Secondo la classifica della rivista Forbes sulle “Top- Earning Dead Celebrities“, Michael Jckson è al primo posto fra le 13 celebrità dai maggiori guadagni dopo la morte, dopo Liz Taylor, Albert Einstein e James Dean.

Si parla di cifre stratosferiche, l’incasso dell’anno scorso si è aggirato intorno ai 140 millioni di dollari ( 123 milioni di euro), fra album e presentazioni di ologrammi, come nel caso dei Bilboard Music Awards.

Michael Jackson

Primo della classifica dei “Rich Man Dead List“. Gli uomini più ricchi dopo la morte. Gli spiriti nobili.

I guadagni su base annuale sono davvero incredibili“, afferma l’avvocato Donald Devis.
I Diritti Siae, di utilizzazione economica dell’opera, vanno a decadere a 70 anni dalla morte dell’autore. Solo trascorso questo periodo l’opera diventa di dominio pubblico. Si stima perciò che gli incassi derivanti dai diritti di Michael Jackson continueranno su cifre molto elevate ancora per 65 anni, e anche se nel corso del tempo saranno destinati a scendere, rimarranno comunque una rendita assicurata per figli e nipoti.
Thriller, uno dei suoi brani cult, che ci ha appena accompagnato durante la festa di Halloween, soundtrack ideale per festeggiare la notte delle streghe, fa parte dell’album più venduto nella storia del cinema con 115 millioni di copie e vincitore di 8 premi Grammy.
Morto il 29 giugno a causa di un cocktail micidiale di farmaci, somministrati dal suo medico curante Conrad Murray, condannato in seguito di omicidio colposo e a 4 anni di carcere, Michael Jackson è entrato a far parte dei Miti della musica. Non solo un talentuoso cantante, ma anche ballerino, coreografo e attore.
Un’artista completo che ha fatto molto parlare di sè, ma che grazie alla sua musica e ai suoi show ci ha fatto vivere emozioni uniche.