ansia geni

L’ansia è una questione genetica: a dimostrarlo è uno studio condotto dall’ Università svedese di Linkoping, la cui ricerca è poi apparsa sulla rivista Nature Genetics. Non si tratta semplicemente di uno stato d’animo, quanto di una predisposizione genetica. Reagire alle situazioni con panico ed agitazione capita a molti, e secondo quanto emerso dallo studio svedese, ciò dipende anche da quanto ereditato geneticamente. Il gruppo d’indagine, coordinato da Dominic Wright, è riuscito ad individuare i geni responsabili dell’ansia attraverso il confronto tra polli d’allevamento con alcuni “cugini” di razza ma selvatici. La ricerca ha consentito di rintracciare la regione del genoma che, anche nei topi, determina comportamenti ansiogeni.

Per questo, lo studio apre la strada all’individuazione anche negli esseri umani del materiale genetico responsabile dell’ansia.

L’esperimento sui pulcini

I ricercatori hanno incrociato polli di razza Livorno Bianca con il Gallo Rosso dando vita ad una particolare prole ibrida caratterizzata da un corredo genetico ereditato da entrambi. La popolazione ibrida ottenuta ha evidenziato diversi comportamenti e livelli d’ansia durante i test condotti all’aperto. Attraverso l’analisi dei dati genetici di ciascun pulcino sono emerse ben 15 aree all’interno del genoma che, costituita ognuna da migliaia di geni, determinano le diverse reazioni rilevate dagli studiosi.

Dati validi anche per topi ed esseri umani

I ricercatori hanno successivamente ristretto il campo ad una sola zona del cervello che sembra deputata al controllo dell’ansia, l’ipotalamo.

A quel punto sono arrivati all’individuazione di soli 10 geni, di cui 6 sono correlati a facoltà cognitive quali memoria ed apprendimento. Il passo successivo degli studiosi è stato verificare se quel gruppo di geni fosse implicato nel processo di determinazione dell’ansia anche in topi ed esseri umani, attraverso l’analisi di altri studi condotti sulla medesima materia. Il team di ricerca ha rilevato come 4 dei geni identificati nei polli fosse responsabile dell’ansia anche nei topi, 3 invece erano comuni anche alla schizofrenia ed al disturbo bipolare nell’uomo.