Benessere psicofisico, più attività fisica, meno stress e armonia negli ambienti di lavoro. Questi sono solo alcuni degli effetti positivi di cani e gatti o altri animali domestici. Ci strappano un sorriso, ci regalano amore e fiducia nei momenti difficili.

Per approfondire il tema, Purina, leader mondiale nel settore dei mangimi e attrezzature per animali da compagnia, ha organizzato un Forum dal titolo “Better with pets”, tenutosi a Bruxelles il 25 febbraio scorso.

“Better with pets”, dal lavoro alla vita privata

L’idea è semplice: riunire i maggiori esperti del settore per riflettere sui benefici che cani e gatti apportano nella nostra vita quotidiana.

Lo sguardo si amplia però all’intera società: l’obiettivo era iniziare a ragionare non solo sugli effetti psichici o sul benessere fisico, ma anche sugli aspetti economici.

Per introdurre nuove politiche, occorre dimostrare anche gli effetti positivi sull’economia. Potrebbe sembrare esagerato e azzardato creare una correlazione tra la presenza degli amici a quattro zampe e la situazione economica del paese, ma non bisogna lasciarsi ingannare, i collegamenti ci sono. In alcuni casi, la scienza ha già dimostrato gli effetti positivi a livello dei singoli, in termini psicologici e di salute (e la grande diffusione della pet therapy negli ultimi anni la dice lunga in tal senso), ma in altri casi si può parlare proprio di benefici per la società.

In Svizzera, ad esempio, è stato realizzato uno studio che ha dimostrato come avere un animale domestico migliori la salute dei proprietari di cani e gatti, si spende meno per cure mediche, con un grande risparmio per la sanità pubblica. E che dire della possibilità di introdurre gli animali in ospedali o negli ambienti di lavoro? Solo con numeri alla mano sarà possibile iniziare a parlare di vere politiche in tal senso.

Cani e gatti migliorano la qualità della vita

I benefici sono veramente numerosissimi.

Sui bambini in particolare, si sono riscontrati effetti positivi sull’autostima e sullo sviluppo della fiducia in sé stessi. Un altro beneficio è ovviamente a livello fisico: portare a spasso il cane tre volte al giorno non può che essere positivo per il benessere del corpo. Si sta all’aria aperta, camminando e correndo con l’amico a quattro zampe, dimenticando per una volta il cellulare a casa, lo stress e il lavoro.

Anche la socializzazione è un altro elemento molto portante: quante volte è capitato di scambiare due parole con gli altri proprietari di cani, ridendo e scherzando sui comportamenti dei propri piccoli animali? E magari possono nascere grandi amicizi, o grandi amori.
Per gli anziani, la presenza di animali domestici può avere effetti positivi in caso di demenza senile, oltre a essere una grande compagnia, alleviando la solitudine in cui spesso si trovano le persone un po’ più avanti con l’età.
Ma adottare un amico peloso è anche una responsabilità, quindi si impara a gestire meglio il proprio tempo e a portare avanti gli impegni. Un aspetto importante per la vita d’ogni giorno, e quale migliore ricompensa se non le feste quando si rincasa dal proprio cucciolo?
E portare un animale domestico sul lavoro? Diminuiscono le tensioni e si crea una maggiore armonia tra colleghi.