benevento piscina bambina

Avrebbe compiuto dieci anni ad agosto. La bambina di San Salvatore Telesino, in provincia di Benevento, è scomparsa domenica ed è stata ritrovata morta nella notte tra il 19  e il 20 giugno. L’ultimo avvistamento risale alle ore 19.30, quando la bambina si è allontanata dalla chiesa appena le celebrazioni si sono concluse con anticipo a causa del maltempo. Il cadavere è stato ritrovato in una piscina poco distante dal centro cittadino, i vestiti si trovavano accanto al bordo della vasca.

I fatti

La piccola Maria era andata alla chiesa di Santa Maria Assunta per partecipare alla festa di Sant’Anselmo, quando le celebrazioni sono state interrotte a causa del maltempo.

Maria è stata vista l’ultima volta allontanarsi dalla chiesa alle 19,30 e poi più nulla. Il padre, un operaio, si è insospettito non vedendo tornare la bambina che di solito era molto puntuale. È andato dai Carabinieri e ne ha denunciato la scomparsa. La svolta nelle ricerche è arrivata quando la titolare di un pub ha visto il cadavere di una bambina galleggiare in una piscina. Il corpo di Maria è stato ritrovato nella vasca di una sala ricevimenti.

Le ipotesi sulla morte di Maria

Maria è morta per asfissia, ma si attendono ancora esami più approfonditi sul corpo.

Le Forze dell’Ordine della provincia di Benevento stanno lavorando su diverse ipotesi e interrogando chiunque si trovasse nella zona in quelle ore: i giostrai che si trovava in città per la festa, ma anche chi si trovava vicino alla chiesa. Nella giornata di domani dovrebbe essere eseguita l’autopsia sul corpo della bambina.

Il paese dove vivono i genitori di Maria, di origini rumene, conta quattromila abitanti. La piscina in cui è stata ritrovata fa parte di un casale non lontano dalla piazza centrale del paese, che però quella sera era chiuso. Sembra strano che la bambina, in una giornata fredda, abbia deciso di avvicinarsi spontaneamente alla piscina.

I Carabinieri hanno ritrovato i vestiti ben ripiegati vicino al bordo della vasca e le scarpe di fianco.