Troppi disabili nel villaggio vacanza, e subito grida al “pacco” nella sua recensione su Tripadvisor. Un uomo, che si firma anonimo, deluso dalla presenza di disabili in carrozzina, si è lamentato della struttura presso la quale ha trascorso le sue vacanze, minacciando addirittura di voler procedere per vie legali.

La valutazione, intercettata da Selvaggia Lucarelli su sito in questione, è stata condivisa dalla giornalista. Ma Selvaggia non è stata clemente con l’autore “eroe” della recensione, infarcendo il suo post su Fascbook di frecciatine sarcastiche.

La recensione

Si è firmato Cico33, su Tripadvisor, ed è stato ospite di un villaggio turistico di Roseto degli Abruzzi, in provincia di Teramo.

La grossa lamentela che presenta alla struttura nella quale ha trascorso la sua vacanza fa riferimento alla massiccia quantità di disabili. L’ospite reputa scorretto il comportamento della struttura, che avrebbe quanto meno dovuto avvertire della presenza di disabili. L’autore della valutazione ritiene, infatti, che la loro presenza sia stata causa di turbamento per i suoi figli.

L’ospite si accanisce contro la struttura, accusandola di slealtà. E conclude minacciando alla struttura di valutare procedimenti legali in merito.

“Non lo sapevo, ma era pieno di disabili.” scrive Cico33. “Non voglio discriminarli, ma non è stato bello far vedere ai miei figli tutte quelle persone sofferenti sulle sedie a rotelle.

Avrei gradito una comunicazione preventiva, in modo da poter spostare la prenotazione a un’altra data. Sto pensando anche di ricorrere alle vie legali“.

L’invettiva di Selvaggia

La recensione capita a tiro dell’impietosa Selvaggia Lucarelli sempre assetata di polemiche. La giornalista non tollera il giudizio infamante dell’ospite, né nei confronti della struttura, né nei confronti degli altri ospiti del villaggio. E la sua invettiva non tarda a farsi sentire. La giornalista condivide sulla sua pagina Facebook l’intera recensione, colpendo il suo autore con una massiccia dose di sarcasmo.

A proposito di Tripadvisor e di quello che l’imbecille di turno è autorizzato a postare” scrive Selvaggia.

Ecco qui una recensione del primo giugno 2016. Il gentile signore (anonimo, che eroe) è in vacanza con la famiglia nel villaggio turistico Lido d’Abruzzo a Roseto degli Abruzzi e poverino, ha intenzione di denunciare la struttura perché c’erano troppi disabili. E poverini, i figli sono rimasti impressionati. Mica da un padre così, no, da due carrozzine.

La recensione risale al mese passato. Ma nonostante sia passato del tempo il post polemico di Selvaggia contro l’atteggiamento intollerante dell’ “ospite” sortisce l’effetto sperato. Sotto il contenuto condiviso dalla giornalista si apre un dibattito acceso. Tra i commenti più memorabili, qualcuno scrive: “La direzione doveva avvisare i disabili che sarebbe arrivato lui