Il primo giorno di scuola non si scorda mai: anche per la moglie di Renzi

Dopo anni di precariato Agnese Landini in Renzi ha finalmente trascorso il suo primo giorno di scuola come insegnante di ruolo alla Peano di Firenze

Ufficialmente l’1 settembre è stato il primo giorno di scuola di Agnese Landini, la moglie del Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Un primo giorno speciale, ovviamente non come alunna, ma come professoressa di ruolo all’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Giuseppe Peano di Firenze. Sì perché fino allo scorso anno scolastico, la first lady italiana, era impegnata come supplente precaria all’Istituto di Pontassieve.

Il primo giorno di scuola

Mentre gli alunni del Peano di Firenze erano impegnati negli esami di riparazione, il primo giorno di scuola di Agnese Landini è cominciato alle 8 e 30 di oggi (1 settembre, nda) con la presa dell’incarico per insegnare italiano e latino al biennio e conoscere i suoi nuovi colleghi d’istituto.

Assunta per “chiamata diretta”

Come racconta la preside Maria Centonze la sua entrata in ruolo come insegnate la si deve alla “chiamata diretta” come previsto dalla riforma scolastica “la Buona Scuola” voluta fortemente dal Governo guidato dal marito. Infatti come spiega la preside: “Abbiamo selezionato i professori tramite il curriculum. Chiedevamo in particolare esperienza nell’utilizzo delle tecnologie in classe e competenze linguistico-comunicative in lingua straniera”.

E a quanto pare “l’esperienza nell’utilizzo delle tecnologie in classe e competenze linguistico-comunicative in lingua straniera” sono doti che la first lady possiede e che forse dovrebbe insegnare al marito, dicono i maligni.

Forse si trasferirà a Firenze

All’uscita da scuola ad attenderla c’era uno sparuto gruppetto di cronisti che le hanno fatto alcune semplici domande: se fosse stata assunta per chiamata diretta e se, dopo l’assunzione, si sarebbe trasferita da Pontassieve (cittadina alle porte di Firenze dove vive e risiede con la famiglia) a Firenze. Alle due brevi domande la first lady ha risposto di esser stata assunta per “chiamata diretta” e che “se insegnare qui vorrà dire venire ad abitare a Firenze? Vedremo, magari…”.

Non resta quindi che augurare alla trentasettenne Agnese Landini il meglio per la sua nuova avventura come insegnate di ruolo, nella speranza che i suoi futuri alunni la trattino bene.