cristina plevani

Capelli neri e lisci, Cristina Plevani si presenta così nel salotto domenicale di Barbara d’Urso. La vincitrice della storica prima edizione del Grande Fratello, andata in onda ormai 17 anni fa, è ospite di Domenica Live per ripercorrere la sua vita e raccontare come è cambiata in questo periodo.

Il cambiamento radicale di Cristina Plevani

Oggi Cristina ha 44 anni e sembra un’altra persona rispetto a quella che partecipò al reality nel 2000: confessa alla d’Urso di ricordare con tenerezza lo sguardo disincantato che aveva all’epoca. Poi, però, in occasione della festa del Papà il pensiero va ai suoi genitori, persi quando era solo una ragazza di 23 anni.

Un capitolo sicuramente doloroso per la Plevani, che rivela lo spigoloso rapporto con la madre: “Mi spiace perché ora parlo da figlia, mi reputo una figlia stronza, non siamo mai riuscite ad avere un rapporto a pelle. Ho sempre messo su un piedistallo mio padre e forse abbiamo sbagliato entrambe. Sono i miei fantasmi, i miei genitori, ad oggi, sono il mio irrisolto, il mio non vivere bene la quotidianità”.

La storia con Taricone

Oltre per aver vinto il reality, la sua esperienza nel Gf è sicuramente fissa nella memoria per la storia con Pietro Taricone.

Inevitabile finire a parlare di lui, venuto purtroppo a mancare nel 2010 per un incidente con il paracadute. “Faccio un’eccezione, oggi, nel parlare di questi momenti, mi era stato chiesto dalla famiglia di non parlare più di Pietro“, rivela la Plevani, “ma ricordo questi momenti, questa esperienza vissuta insieme, il ragazzo fantastico che era. Sicuramente la vittoria al Grande Fratello era nata per questo tira e molla, se non ci fosse stato non avrei magari nemmeno vinto. Dispiace sapere che una persona giovane, che aveva una figlia e una compagna straordinaria, mi dispiace che una vita sia stata spezzata così, in modo tragico“.

Una persona davvero speciale per la prima vincitrice del reality: “Era un fico. Ed era intelligentissimo. Aveva una conoscenza di tanti argomenti. Lo ricordo appena uscito dalla doccia, con l’asciugamano in vita. Gli addominali, due spalle così. Con rispetto per gli altri che c’erano nella casa, non ce n’era per nessuno”.