United Airlines vieta volo a due ragazze perchè indossano leggins

Un agente della United Airlines non sta facendo salire sul volo delle ragazze in leggings. Forse lo spandex non è consentito bordo?”. Sono queste le parole con cui Shannon Watts, fondatrice dell’associazione Moms Demand Actionche si batte per ridurre l’uso delle armi negli Usa, ha reso pubblica, tramite un post su Twitter, la vicenda di due ragazzine che sono state escluse da un volo della United Airlines per via del loro abbigliamento.

La denuncia social di Shannon Watts

In partenza dall’aeroporto di Denver, in Colorado, 3 ragazzine sono state bloccate al gate e bandite dal volo in partenza per Minneapolis perché i leggins che indossavano erano “inappropriati”.

Una di loro, che avrà avuto circa 10 anni – ha spiegato Shannon Watts – indossava dei pantacollant grigi ed è potuta salire a bordo solo dopo essersi cambiata. Le altre due ragazze, invece, non avendo nel bagaglio a mano altri tipi di vestiti da poter indossare, sono state allontanate dal gate.

Tutta la vicenda è stata descritta minuto per minuto dalla signora Watts tramite una serie di tweet postati prima che il suo volo per il Messico decollasse, e quando l’aereo è giunto a destinazione erano già stati ampiamente condivisi e arricchiti da aspre critiche nei confronti della compagnia aerea.

twett watts

La presa di posizione dalla United Airlines

Al centro di una vera e propria polemica, la United Airlines alla fine è stata costretta a dare una spiegazione di questa insensata vicenda e per farlo ha pubblicato un comunicato sul web, con il quale ha difeso la propria politica aziendale.

A tutti i nostri clienti… i vostri leggings sono i benvenuti! Uno dei benefici di chi lavora per una compagnia aerea è che può viaggiare per il mondo sui suoi voli.

I nostri impiegati, inoltre, possono estendere questo privilegio a un ristretto numero di persone che chiamiamo “pass riders“. Questi sono parenti o amici che ricevono biglietti gratuiti o forti sconti per volare con noi o con le compagnie aeree con cui abbiamo accordi. Quando ci si avvale di questo privilegio, ogni impiegato o pass rider rappresenta di fatto la United. E come molte altre compagnie, anche noi abbiamo un dress code che chiediamo a impiegati e pass riders di rispettare.

Le passeggere escluse da un volo questa mattina erano pass riders con un dress code inappropriato“.

A quanto pare tra le regole c’è anche quella di coprire il più possibile le gambe. “E quindi il padre, che portava pantaloni corti?”, si è chiesta la signora Watts.

tweet united airlines