Luca e Paolo

Affidata ai comici Luca e Paolo, la copertina di Dimartedì su La7 di ieri 16 maggio, è tutta incentrata sulle notizie calde della settimana ed anche su politica e personaggi politici. Nessuno viene risparmiato: dai senatori a Berlusconi, da Renzi a Di Maio.

Le battute sul Senato

Hanno scoperto tracce di cocaina nei bagni di Palazzo Madama. Finalmente abbiamo capito a cosa serve il Senato. Oltretutto in questi giorni in cui in Senato si discute la legge elettorale: il Pippatellum.” iniziano con queste parole Luca e Paolo, commentando una delle notizie più calde della settimana. Si riferiscono infatti all’inchiesta condotta dal mensile FQ Millenium, diretto da Peter Gomez, nel quale è stata portata alla luce la sconvolgente notizia della presenza di tracce di cocaina nei bagni di Palazzo Madama, la sede del Senato.

Berlusconi e le donne

I due comici, poi, prendono di mira con la loro pungente ironia il Cavaliere ed ex premier Silvio
Berlusconi in merito all’assegno che deve versare mensilmente all’ex moglie Veronica Lario. “C’è stato il rifiuto della Cassazione a diminuire l’assegno di mantenimento alla ex moglie Veronica Lario. Il Cavaliere dovrà versare ogni mese a una donna 2 milioni di euro. E lei non deve neanche testimoniare a un processo“.

La Festa della Mamma e Tiziano Renzi

A questo punto, Luca e Paolo parlano della festa della mamma: i due citano ironicamente una serie di messaggi di auguri (non realmente pronunciati) che alcuni politici avrebbero potuto inviare per la Festa della Mamma. “Renzi ha scritto:‘Auguri a tutte le mamme’. Santanchè ha scritto: ‘Auguri a tutte le mamme d’Italia’. Questa è Di Maio: ‘Wiwa la mama’. La Boschi invece ha scritto: ‘Auguri mamma e grazie di non avere una banca‘”.

Inevitabile, poi, la chiusura con il riferimento alla scoop di Marco Lillo sulla telefonata tra Matteo
Renzi ed il padre Tiziano: i due comici commentano l’intervista proprio al padre dell’ex premier che ha destato molto scalpore.

Un giornalista ha raggiunto Tiziano Renzi per un commento. E lui con la calma e l’eleganza dei grandi ha risposto: ‘Si levi dalle palle, mi avete rotto i coglioni’. E nel finale il papà di Renzi ha dato la notizia bomba, dicendo: ‘Andate a fanculo’. Il Pd, cioè, apre al M5S