esplosione-manchester-arena

AGGIORNAMENTO delle 2.25

La polizia inglese ha appena confermato che si è trattato di un atto terroristico. Una o due esplosioni causate da bombe a chiodi. Per ora il bilancio è critico, si parla di almeno 19 morti e più di 50 feriti.

Caos e terrore alla Manchester Arena, dopo la fine del concerto della cantante americana, idolo dei teenager, Ariana Grande. La polizia parla di un “serio incidente” che avrebbe provocato morti e feriti. La zona è stata resa off limits dalla polizia ed è stata chiusa la fermata della metro più vicina. Secondo i testimoni sarebbero almeno una ventina i corpi a terra, che potrebbero essere, secondo i media britannici, feriti stesi a terra.

Testimonianze discordanti

Le prime testimonianze parlano in maniera contrastante di quanto accaduto. Alcuni sostengono si sia trattato di spari, altri di vere e proprie esplosioni, alcuni sostengono si sia trattato dello scoppio di un altoparlante che avrebbe scatenato il panico. L’incidente sarebbe avvenuto nei pressi della biglietteria, subito fuori dall’arena. Sul posto sono arrivati subito mezzi di soccorso e polizia e si continua ad indagare per scongiurare il peggio. Intanto il portavoce della cantante, alla sua prima tappa del tour mondiale, ha reso noto che “Ariana Grande sta bene”.