Lascia il neonato in macchina per fare la spesa con un biglietto: "Chiamatela se avete bisogno"

Ha lasciato suo figlio in macchina, nel seggiolino sul sedile con un biglietto: “Mamma è entrata a fare la spesa. Chiamatela se avete bisogno di qualcosa“. La donna voleva andare a fare la spesa e ha lasciato il piccolo addormentato in auto, tranquillo e ignaro. Dei passanti si sono poi accorti del bimbi e dell’auto e hanno prontamente chiamato le Forze dell’Ordine.

Lascia il figlio e un biglietto

Il fatto è accaduto in Nuova Zelanda. Dei passanti, nel parcheggio di un supermercato, hanno notato un bambino solo in auto. Il piccolo, di appena pochi mesi, si trovata sul seggiolino appoggiato sui sedili dell’auto, ben infagottato.

Sopra il corpo del piccolo, un biglietto in caso qualcuno avesse notato il bimbo: “Mamma è entrata a fare la spesa. Chiamatela se avete bisogno di qualcosa“. I passanti però non hanno preso sottogamba il fatto e hanno immediatamente chiamato le Forze dell’Ordine che sono tempestivamente intervenute.

L’intervento delle Forze dell’Ordine

Le autorità appena arrivate hanno subito composto il numero di telefono presente sul biglietto appoggiato al piccolo. Poi hanno atteso che la donna si facesse viva e la donna è stata denunciata per abuso di minori.

La reazione del web

Il direttore del supermercato, Marty Fryer, ha detto al Daily Mail di non aver saputo nulla fino a qualche attimo prima, quando qualcuno gli ha raccontato quanto accaduto e poi ha spiegato: “Abbiamo personale nel parcheggio quindi se avessero visto qualcosa avrebbero portato alla nostra attenzione“.

La foto del piccolo ha poi fatto il giro del web dopo essere stata postata sulla pagina Facebook di Radio DJ Polly Gillespie. Sui social i commenti non si sono fatti attendere, qualcuno ha scritto: “Ha avuto il tempo di scrivere un biglietto e non di portare il bambino all’interno del supermercato? Inoltre ha messo il seggiolino nella parte anteriore della macchina.

Cosa sconsigliata da tutti visto che lì c’è l’airbag“. E ancora: “Mi dispiace ma questo è un comportamento da irresponsabile! Non lasciate mai i bambini sotto i 14 anni senza supervisione“.