Claire
L’emittente tv statunitense  THE CW ha pianificato un documentario decisamente particolare nel suo palinsesto. Questo documentario, destinato ad essere trasmesso per 3 giorni dal 17 agosto prossimo, suona anche un po’ macabro di primo acchito. L’eloquente titolo “I Miei Ultimi Giorni“, infatti, lascia ben poco spazio ad interpretazioni allegre e fa subito intendere che il tema centrale del programma sarà  la malattia. Tuttavia, scacciando ogni forma di macabro pensiero, l’ideatore Justin Baldoni vuole mostrare la forza dei giovani protagonisti, tutti alle prese con malattie in fase terminale. L’accento dunque, non è posto sul tempo che resterà da vivere ai protagonisti, ma sulla loro forza di reazione, sulle iniziative di aiuto verso la comunità di malati terminali meno forti di loro e sulla loro opera di sensibilizzazione riguardo al tema della malattia.
Il soggetto protagonista della prima puntata sarà Claire Wineland, una ragazza 19enne, davvero molto speciale.

La storia di Claire

Claire Wineland, 19enne di Venice Bay (California), convive dalla nascita con la fibrosi cistica. Questa malattia genetica produce un aumento di muco e secrezioni nelle cavità orali ed a lungo andare rovina le pareti dei polmoni fino a distruggerli. Per tutta la vita il malato deve sottoporsi a numerose cure: proprio quello che è toccato a Claire, la quale nel 2010 è finita in coma per ben 2 settimane, in seguito ad un intervento chirurgico.
Dopo due settimane attaccata ad un ventilatore, l’adolescente si è svegliata “appassionata e molto eccitata per fare la differenza per altri bambini e adolescenti, condividendo con loro la propria esperienza, forza e speranza” come scrive la stessa Claire nel suo sito-noprofit.

L’attività per il sociale di Claire

L’adolescente, come detto sopra, ha un proprio sito senza fini di lucro. Quest’ultimo, che si chiama Claire Place Foundation, ha il grande obbiettivo di fornire supporto psicologico e finanziario a bambini ed adolescenti che, come Claire, sono affetti da fibrosi cistica.
Inoltre, la ragazza intende trasmettere tutte le sue inesauribili energie attraverso il Clairity Project, un progetto in cui viene fornita consapevolezza riguardo alla fibrosi cistica mediante i racconti in prima persona di Claire.
Oltre a queste iniziative, la giovane ha ottenuto notevole risalto mediatico grazie al proprio canale Youtube, nel quale discute di temi decisamente delicati, sempre per trasmettere consapevolezza e per condividere la sua inesauribile energia. Attraverso video che parlano della sua malattia, della sua esperienza del coma e della sua preparazione alla morte, Claire sta davvero conquistando tutti i media americani.

Altre attività e premi

Le azioni di Claire, però, non si fermano qui. Infatti la ragazza ha narrato la sua esperienza di vita anche in un libro, dal titolo “Ogni Respiro che Esalo: Sopravvivere e Vivere con la Fibrosi Cistica“, realizzato a quattro mani con la scrittrice  Chynna Bracha Levin. Inoltre Claire ha intrapreso un viaggio per la nazione sempre col fine di parlare della sua malattia per rendere l’opinione pubblica più informata. La giovane malata, grazie a tutte queste iniziative, ha collezionato anche dei premi, come quello del Los Angeles Business Journal che ha premiato l’attività benefica che svolge col suo sito no-profit.