lady diana_anniversario

Lady Diana, suo malgrado, ha lasciato un segno indelebile nella storia del costume e in quella dell’Inghilterra. Entrata in punta dei piedi nei cuori della gente con la sua semplicità, non ne è più uscita. In occasione del 20° anniversario della sua morte i primi a renderle omaggio, presso il memoriale di Kensington Palace, sono stati i figli William e Harry accompagnati da Kate Middleton. Confermato nuovamente l’incarico per la creazione di una statua in suo onore che tutti gli inglesi potranno visitare liberamente entro fine anno.

Il ricordo indelebile di Lady Diana

Protetti dagli ombrelli, William e Harry si sono stretti nel ricordo della madre Diana scomparsa tragicamente 20 anni fa all’età di 36 anni. Nel giardino tanto amato dalla principessa le hanno reso omaggio tra biglietti e fiori lasciati dalla gente comune. Kate ha accompagnato consorte e cognato durante l’incontro con i rappresentati di alcune associazioni benefiche sostenute dalla compianta Lady Diana. Il ricordo indelebile sarà raccontato direttamente dalle voci dei figli nel documentario che verrà trasmesso sul canale HBO. Il ricordo di una vita e una madre normale che purtroppo spesso è infangato da scoop e rivelazioni, soprattutto sulla sua vita privata. Ci pensano William e Harry a mantenere viva nei loro cuori la memoria della madre con dignità e riservatezza: il primogenito, ad esempio, due anni fa battezzò la piccola Charlotte nella stessa chiesa in cui avvenne quello della madre.

Fango e indiscrezioni sulla vita e la morte di Lady Diana

Sono passati tanti anni dalla misteriosa morte della principessa di Galles nel tunnel del Pont de l’Alma a Parigi, ma le indiscrezioni e le congetture non sono mai cessate. Ancora oggi ci si chiede di chi sia la responsabilità. C’è chi dice della sicurezza e chi dice addirittura della famiglia reale, che anche quest’anno ha disertato la commemorazione. E che dire delle teorie sulla vita sentimentale travagliata di Diana a cui molti hanno cercato di assegnare un volto. Dodi Al-Fayed che perse la vita nel tragico incidente, secondo Michael Gibbins ex segretario personale di Lady D, non la rendeva felice e si sarebbero dovuti lasciare di lì a poco. Infatti, il suo vero amore sarebbe stato la guardia del corpo Barry Mannakee, come ha rivelato Peter Settelen il docente che le insegnava come sconfiggere la timidezza per parlare in pubblico.