Carlo lascia Buckingham

Si tratterebbe di un’indiscrezione riportata dal Sunday Times, il principe Carlo avrebbe dichiarato di non essere intenzionato a vivere a Buckingham Palace una volta diventato re.

Il palazzo è troppo vecchio, grande e soprattutto scomodo per lui e Camilla. È sua intenzione aprirlo al pubblico e dedicare una delle sale ad una mostra permanente su Elisabetta II.

Buckingham è troppo scomoda

Le indiscrezioni divulgate dal Sunday Times arrivano direttamente da qualcuno molto vicino alla famiglia Windsor. Secondo a quanto riportato il principe Carlo non sarebbe intenzionato a vivere nella grande casa, preferirebbe restare nella sua residenza, Clarence House. Buckingham Palace sarebbe troppo grande e troppo scomoda.

Inoltre non rispecchia più i tempi in cui si vive, è troppo sontuoso.

Carlo dunque non vedrebbe in Buckingham Palace la residenza ideale in cui vivere di questi tempi, queste sono state le parole della fonte: “Non la vede come una residenza valida per i tempi in cui viviamo, è invivibile e ha dei costi troppo alti”.

Una mostra permanente su Elisabetta II e apertura al pubblico

Il principe Carlo vuole dunque valorizzare Buckingham Palace aprendo le porte ai turisti permettendo visite guidate ai saloni di stato e dedicando un’intera ala del palazzo al lungo regno di Elisabetta II.

Carlo vorrebbe aprire le porte ai sudditi e ai turisti prolungando gli orari di apertura. Anche il principe William sarebbe d’accordo e avrebbe definito la Big House da brividi.

Padre e figlio vivrebbero dunque nelle rispettive residenze; Clarence House per Carlo e Camilla e Kensington Palace per William e Kate. Sempre citando la fonte del Sunday Times, le parole di William sarebbero state “Kensington Palace resterà la residenza abitativa dei duchi di Cambridge  anche quando sarà re”. Buckingham Palace dunque rimarrà come residenza ufficiale del re e della monarchia, si terranno incontri diplomatici ed eventi ufficiali, ma non sarà più  una sede abitativa.

I grandi numeri di Buckingham Palace

Buckingham Palace è residenza della monarchia dai tempi della regina Vittoria e si estenda su un’area di 77mila metri quadrati, conta 775 stanze, 78 bagni, 52 camere da letto, 92 uffici e 188 alloggi per la servitù. È sede di storia e tradizioni che, come il cambio della guardia o il suono della cornamusa, cadranno in disuso.

Inoltre il palazzo richiederebbe urgenti lavori di restauro del valore di 392milioni di sterline, le pareti andrebbero affrescate, cosa che non avviene dall’insediamento della regina Elisabetta, avvenuto nel 1952.