LIPPI BONOLIS PEREGO

Non le manda certo a dire Claudio Lippi, volto noto della tv nostrana, che rivela alcuni retroscena sull’ultimo ventennio della sua carriera, togliendosi più di qualche sassolino dalla scarpa sciorinando giudizi non proprio positivi su colleghi del calibro di Paolo Bonolis e Paola Perego: suoi compagni al timone delle domeniche pomeriggio di Rai 1 e Canale 5, secondo Lippi le divergenze professionali con i due conduttori hanno fatto sì che per molto tempo il suo nome non fosse ben visto sia in Rai che in Mediaset.

“Bonolis? Troppo Egocentrico”

Affida le sue confessioni a QN Claudio Lippi, che rivela solo ora, mentre partecipa a Tale e quale show, come mai per molto tempo è stato costretto lontano dagli schermi tv in cui, almeno fino a 10 anni fa, era onnipresente. Per lui, una delle motivazioni è da ricercare nella co-conduzione di Domenica In che gli affidarono, insieme a Paolo Bonolis: “Tutto comincia nel 2003 quando feci una orrenda Domenica In con Paolo Bonolis. In quello studio mi trovavo malissimo. Bonolis era troppo egocentrico e tra noi non c’era feeling. Poi sono tornato, dopo dieci edizioni al fianco di Maurizio Costanzo (tra le più belle domeniche pomeriggio della storia televisiva), a fare la domenica su Canale 5“. Non proprio parole amorevoli nei confronti di un collega del calibro del conduttore di Ciao Darwin… chissà come l’avrà presa quest’ultimo, che per ora non ha reagito pubblicamente.

Lippi anche contro la Perego

Pensieri poco positivi anche per un altro volto storico, questa volta femminile, della tv. Dopo la parentesi con Costanzo, infatti la conduzione della domenica di Canale 5 venne affidata a lui e a Paola Perego. Per Lippi non ci sono dubbi: “Tutto cambiò. Sembravo un pesce fuor d’acqua ma soprattutto non mi riconoscevo in quel tipo di trasmissione troppo urlata e chiassosa. Cercai di ragionare assieme alla squadra di lavoro, visto che firmavo il programma anche come autore. Cercai di impormi e di far prevalere le mie ragioni ma niente. Alla quinta puntata dissi basta e me ne andai. Non potevo varcare né la soglia della sede Rai di viale Mazzini né quella di Mediaset a Cologno Monzese. Sul mio nome c’era il veto più assoluto“.

La reazione di Lucio Presta e i possibili lavori futuri

Inevitabile che uno sfogo del genere potesse portare i diretti interessati, o chi sta loro più vicino, a reagire. A prendere la parola per ribattere a Lippi è Lucio Presta, marito di Paola Perego nonché manager di Bonolis e della moglie. Il tweet rivolto al conduttore è di quelli al vetriolo, con l’agente che scrive: “Ne ho conosciuti di cogl***i ingrati ma questo batte tutti“.

Ma il conduttore milanese ha ormai ben altro per la testa, preparandosi a tornare al timone di importanti programmi dopo tanti anni di esilio. E se lo scorso agosto sembrava ormai fatta per il suo approdo a Domenica In, al fianco di Cristina Parodi, Lippi ora si autocandida per sostituire Amadeus a Reazione A Catena, quiz estivo di grande successo targato Rai: “Mi risulta che sia vacante il ruolo del conduttore di Reazione a Catena della prossima estate perché Amadeus avrà altri impegni. Fra i giochi oggi in tv è quello che più mi si addice perché c’è il rapporto con i concorrenti, un pubblico disponibile… insomma mi candido“.