amanda-lear

La sessualità di Amanda Lear torna a far discutere l’Italia. A tirare in ballo, dopo anni, l’argomento è stata Simona Izzo, con una sua dichiarazione nell’ambito del GF Vip. “Perché, non lo sapevate?” aveva apostrofato gli altri coinquilini. In quell’occasione la regista affermò senza mezzi termini: “Era un uomo“, parlando della musa di Dalì come uno dei primi casi transgender.

Inevitabilmente, la curiosità degli italiani si è ridestata all’improvviso. E a gettare nuova benzina sul fuoco ci ha pensato anche Patrizia De Blanck, con nuove sconvolgenti dichiarazioni. Una storia troppo ghiotta, che Barbara D’Urso non poteva lasciar cadere indifferentemente.

Ed ecco che la regina dei salotti lancia alla cantante francese la sua offerta.

Tutto cominciò negli anni ’70

La storia che la showgirl francese fosse nata uomo, cominciò a circolare già negli anni ’70. Un pettegolezzo di cui Amanda non è mai più riuscita a liberarsi, e che di tanto in tanto ritorna a perseguitarla. Proprio come sta accadendo in questo periodo. Secondo le voci più insistenti, dopo un periodo vissuto da trans, Alan René Tap, sarebbe questo il nome di battesimo della showgirl francese, si sarebbe sottoposto ad un intervento chirurgico a Casablanca, negli anni ’60.

La Lear ha preferito dribblare per anni l’argomento, ed ora prepotentemente ritorna, dopo le dichiarazioni della Izzo nella casa di Cinecittà. È per questo che la D’Urso le ha proposto, al prezzo di 15 mila euro di andare in trasmissione e chiarire una volta per tutte la verità sulla sua natura sessuale. Un’offerta che Amanda ha declinato, lasciando sulla questione ancora quell’alone di mistero.

Le dichiarazioni della Izzo e la De Blanck

L’unica occasione in cui la cantante francese si è concessa qualche dichiarazione fu qualche anno fa.

Qualsiasi cosa io dica, è una voce che continua a girare da anni” ammise. “Credo che mi abbia fatto un’enorme pubblicità, ho venduto tanti dischi. Dopo essermi fatta fotografare nuda, molti miei fan sono rimasti delusi vedendo che ero una donna come le altre”.

Intanto adesso, a dare man forte a Simona Izzo è arrivata Patrizia De Blank. Proprio durante un’ospitata dalla D’Urso, quest’ultima asserì “Ero in un locale a Parigi e ho visto Amanda Lear fare la spogliarellista.

Ai tempi si faceva chiamare Peki d’Oslo. Era un uomo“.