Catalogna, Puigdemont

Il presidente deposto della Catalogna Puigdemont e 4 ministri si sono presentati ieri in un commissariato belga consegnandosi alle autorità. Su di lui e i suoi ministri al momento pende un mandato di arresto europeo. Sono accusati di ribellione, sedizione, malversazione, prevaricazione e disobbedienza per la dichiarazione di indipendenza della Catalogna. Il vicepresidente e 7 ministri invece sono finiti in manette nei giorni scorsi.

L’arresto e il rilascio

Puigdemont e 4 ministri si sono presentati in un commissariato e sono stati presi in custodia ma lì “Il giudice si è rifiutato di eseguire il mandato di arresto europeo“, come ha fatto sapere Gilles Dejemepp, portavoce dalla Procura di Bruxelles.

Dopo sono stato interrogati e per Puigdemont, Maria Serret, Antoni Comin, Lluis Puig e Clara Ponsat adesso c’è la libertà condizionata. La decisione della magistratura sui loro arresti è attesa per la mattina di oggi. Se venisse accettata, verranno arrestati e portati a Madrid. Per il momento gli è stato ritirato il passaporto.

L’estradizione

Entro 15 giorni, l’ex presidente e i ministri dovranno comparire davanti alla Camera di Consiglio di Bruxelles quando si deciderà se accogliere la richiesta di estradizione fatta da Madrid.

La procedura potrà durare fino a 60 giorni con la possibilità di essere anche prorogata, questo però significa che per le prossime elezioni del 21 dicembre, Puigdemont potrebbe ancora essere in libertà.

Il resto del governo

Mentre Puigdemont resta in Belgio, le cose in Spagna vanno velocemente. Sono stati infatti arrestati il vicepresidente e 7 ministri catalani: in manette sono finiti l’ex vicepresidente Oriol Junqueras, Jordi Turull, Josep Rull, Carles Mundò, Raul Romeva e Joaquim Forn, Meritxell Borras e Dolors Bassa.

I ministri sono stati divisi tra il carcere Estremera di Madrid e la prigione di Alcalà, un carcere femminile. Anche i Mossos d’Esquadra, la polizia catalana, nei giorni scorsi hanno subito diverse perquisizioni nelle loro sedi.

TUTTI GLI ARTICOLI SULL’INDIPENDENZA DELLA CATALOGNA

Catalogna indipendenza