Baby George: il "divertente" protagonista del presepe vivente

Come tutti gli anni, il giorno più magico dell’anno è sempre più vicino e in tutte le scuole d’infanzia del mondo iniziano i preparativi per le recite natalizie. Anche a Londra l’aria natalizia inizia a farsi sentire e nella scuola frequentata dal Principino Baby George sono già iniziati i festeggiamenti, dove egli stesso è protagonista del presepe vivente organizzato dalla sua scuola.

Il simpatico ruolo di Baby George

Nessuno potrebbe immaginare la parte che ha avuto George nel presepe vivente della sua scuola: la Thomas’s School, situata a sud di Londra; fortunatamente lo sappiamo grazie al padre William che ha raccontato sul quotidiano Telegraph: “Sono andato a vedere il presepe del mio ragazzo.

È stato divertente: Era una pecora“. Proprio cosi: il principino ha interpretato la pecora nel presepe della sua scuola e questa scena ha suscitato tenerezza a molti utenti del web.

Baby George: non solo recite a scuola

Da qualche mese, George, dopo aver lasciato l’asilo Montessori, ha intrapreso il suo nuovo percorso scolastico nella sede Thomas’s School a Battersea. La Thomas’s School costerebbe alla Royal Family la bellezza di 20mila sterline l’anno, il che lascia immaginare a tutti la maestosità e l‘eleganza che probabilmente caratterizza l’istituto. Non per niente, l’outfit di George al primo giorno di scuola ha fatto impazzire il web: calzoncini blu, calze abbinate, logo rosso sul maglioncino e l’immancabile broncio sul viso che è diventato ormai virale.

primo giorno di scuola

Il principe George il primo giorno di scuola

Si sa però che a scuola il principe George deve sottostare a regole ben precise e piuttosto severe. Alcune regole che devono essere assolutamente rispettate: una di quelle che sono risultate ai media più peculiari è sicuramente il divieto di avere migliori amici. Alla Thomas’s School di Battersea tutti devono essere amici di tutti, allo stesso modo. Riuscirà il principino a rispettare la regola, e a non avere un amico del cuore?