La tragica morte della ninfa tra le natura incantata della Cefalonia

La Cefalonia è un’isola greca nel mar Ionio e la sua natura incanta e soddisfa ogni desiderio. Ma non è questa l'unica magia dell'isola

L’isola di Cefalonia è un’isola greca. E tra le maggiori isole ioniche, una delle più belle da visitare, con un paesaggio dominato da montagne, colline ricoperte di vigneti, imponenti scogliere sul mare e che presenta sfumature inaspettate e spiagge per tutti i gusti.

La Grotta di Melissani, un mondo sotterraneo dalla bellezza unica

Si trova in un minuscolo villaggio di pescatori, a 2 chilometri dalla spiaggia di Sami ed è detta anche Grotta delle Ninfe. La Grotta di Melissani è un miracolo della natura svelato al mondo solo nel 1951. Infatti, la grotta, è stata dimenticata per secoli, ma è stata riscoperta dallo speleologo Giannis Petrohilos. Successivamente, due anni più tardi, a causa di un violento terremoto, la volta superiore è crollata creando uno “squarcio” che apre la grotta al cielo blu. Questo crollo, ha creato un gioco di luci surreale sulle acque cristalline del lago sotterraneo presente nella grotta, lungo 160 metri con una profondità che varia tra i 10 e i 40 metri, formato da un mix di acqua salata, proveniente dal mare Ionio e di acqua dolce derivante da una sorgente naturale.


Alzando lo sguardo, la grotta carsica presenta stalattiti risalenti a 20mila anni fa.







#aegean #aegeansea #cave #sea

Un post condiviso da @ aegean.sailing in data:





 

La grotta e la morte suicida della ninfa Melissani

Durante gli scavi archeologici eseguiti nel 1962 sono stati rinvenuti i resti di un tempio dedicato al dio Pan, con lampade a olio, piastre e raffigurazioni dello stesso dio e delle ninfe. La leggenda narra che proprio in questa grotta sotterranea si suicidò la ninfa Melissani, annegando nelle acque del mare Ionio per la sofferenza causata dall’amore non corrisposto verso il dio Pan. Quando il dio Pan suona il flauto divino, secondo la leggenda, richiama l’armonia del silenzio primordiale nella quale le Ninfe si muovono in passi di danza.

La grotta di Drogaráti, un’altra tappa imperdibile sull’isola

Si tratta di una vasta caverna impreziosita da numerose stalattiti e che presenta una grotta talmente grande da essere usata anche come sala concerti. L’acustica, infatti, è eccellente ed è quindi uno dei luoghi più suggestivi in cui godersi un concerto.