La giornalista Monica Leofreddi esprime la sua solidarietà a Elena Santarelli

Non è certo una novità che i personaggi dello spettacolo vengano criticati aspramente sui social dagli utenti, ma le reazioni che ha suscitato la partecipazione di Elena Santarelli al programma Stasera tutto è possibile, sono state forse un po’ eccessive. Così in molti hanno deciso di esprimere solidarietà alla conduttrice, tra questi anche la giornalista Monica Leofreddi che le ha manifestato sostegno e supporto.

Arriva il messaggio di solidaretà di Monica Leofreddi a Elena Santarelli

Foto: La Repubblica

La solidarietà di Monica Leofreddi

Dopo essere stata bersaglio di aspre critiche, a Elena Santarelli sono arrivati anche tanti messaggi di solidarietà da parte di semplici utenti, ma non solo.

Infatti, tra i vari commenti, anche la giornalista Monica Leofreddi le ha espresso solidarietà commentando con queste parole piene di affetto la sua foto:Insieme si vince! Forza!!! Siamo in tanti a starvi vicino”. Un messaggio di vicinanza che sicuramente avrà fatto piacere alla showgirl, dopo che a giudicarla con parole dure erano state anche tante mamme che si sono trovate nella sua stessa situazione.

Monica Leoffredi esprime solidaretà verso Elena Santarelli

Monica Leofreddi

Le reazioni degli utenti

La puntata di Stasera tutto è possibile, trasmessa su Rai 2 e condotta da Amadeus -in cui Elena Santarelli è stata ospite- era stata registrata ad ottobre, ma questo gli utenti non lo sapevano e così hanno iniziato ad attaccarla ritenendo inopportuna la sua partecipazione, dopo che lei stessa aveva rivelato che suo figlio è gravemente malato.

Al di là delle valutazioni del caso, il fatto che suo figlio Giacomo si trovi ad affrontare una malattia complessa non dovrebbe compromettere la sua carriera, in teoria.

Concetto ribadito dalla stessa showgirl che aveva espresso la sua rabbia verso gli haters usando contro di loro parole dure: “Vi dovete vergognare anche se fossi andata in diretta nessuno ha il diritto di puntare il dito”.

Proprio lei che aveva chiesto rispetto per la situazione difficile che stava affrontando la sua famiglia, si è quindi trovata a dover controbattere a chi si è permesso di giudicarla.