Le attrici italiane contro le molestie, la rabbia di Asia Argento

Sono 120 le attrici italiane che si sono mosse. Dopo mesi di scandali, nomi e indignazione, una lettera firmata da Giovanna Mezzogiorno spiega come le attrici italiane vogliano un cambiamento: niente più molestie sul posto di lavoro, per nessuno. Asia Argento e Miriana Trevisan però chiedono più chiarezza e che ci facciano i nomi di coloro che molestano.

La lettera

Anch’io ho dei nomi da fare. Come tutte. Non li farò perché questo non è un processo, ma un nuovo inizio. Perché non cerchiamo un’indignazione morbosa che passa in fretta, ma vogliamo cambiare la cultura del nostro Paese.

Ringraziamo le donne dello spettacolo che hanno raccontato la loro storia, sappiamo che quello che ognuna di loro dice è vero“, si legge nelle parole di Giovanna Mezzogiorno in queste ultime ore. Niente nomi, ma non c’è solo Asia Argento ad aver subito molestie. “C’è ancora un grande imbarazzo tra gli uomini dello spettacolo. Che sanno, come sappiamo tutte, ma non hanno mosso un dito. C’è molta attenzione a non sbilanciarsi, a non sporcarsi le mani“, scrive ancora, indirizzando le parole a chi sapeva e ha taciuto.

Poi conclude: “Perché per scegliere un’attrice il provino si fa in una camera d’albergo? A chi mi legge può sembrare una sciocchezza, ma non lo è: è successo, succede ancora oggi. Non deve succedere mai più. Se non bastano etica e rispetto, ma serve una legge, allora l’avremo“.

A firmare la lettera-manifesto ci sono, tra le tante, Cristiana Capotondi, le sorelle Comencini, Paola Cortellesi, Valeria Golino, Alba Rohrwacher, Jasmine Trinca e Kasia Smutniak.

La replica di Asia Argento

Le attrici italiane contro le molestie, la rabbia di Asia Argento

Asia Argento su Twitter

Asia Argento si è esposta mesi fa, ha raccontato cosa accadeva con Weinstein, ha risposto alla critiche, spesso feroci, del pubblico e di chi le stava vicino.

Quando lei cercava di far sentire la propria voce solo poche altre attrici si erano messe al suo fianco. Quando Asia Argento ha visto la lettera delle attrici italiane la replica è stata inevitabile: “Aspetto dei gesti concreti, quelli che abbiamo fatto noi per prime: denunciando, aiutandoci a vicenda, condividendo i traumi, scendendo in piazza, gridando il vero dissenso contro il patriarcato. Allora sí potremo finalmente unirci e combattere veramente insieme“.

Come lei anche Miriana Trevisan che mesi fa aveva denunciato delle molestie da parte del regista Giuseppe Tornatore.

La lettera delle attrici italiane contro le molestie

Miriana Trevisan su Twitter

Asia Argento attacca e spiega la sua posizione sulla pagine del Fatto Quotidiano. Lei è stata contattata dalle altre attrici, ma alla sua richiesta di coinvolgere Miriana Trevisan le attrici coinvolte non avrebbero risposto come si aspettava: “Non è stata contattata fino a un paio di giorni fa. Forse non la reputavano alla loro altezza“. “Però hanno fatto firmare Cristiana Capotondi che ha difeso Fausto Brizzi“.