Rinvenuto il corpo della bimba scomparsa durante un matrimonio: la confessione del killer

Ha confessato il killer di Maëlys de Araujo, la bimba di 9 anni scomparsa lo scorso anno durante un matrimonio nel sud della Francia. L'uomo ha condotto gli inquirenti sul luogo in cui ha sepolto il corpo della piccola

Ha iniziato a collaborare il 34enne maggior indiziato nella scomparsa della piccola Maëlys de Araujo, la bimba di 9 anni sparita nel nulla durante un matrimonio nell’Agosto 2017, nel sud della Francia. Lui si chiama Nordahl Lelandais, è un conoscente del papà della piccola ed ha confessato di aver assassinato Maëlys. L’uomo è stato incastrato dalle tracce di sangue rinvenute nella sua auto e, stando alle dichiarazioni rese agli inquirenti, l’avrebbe uccisa “accidentalmente” decidendo poi di occultarne il cadavere.

Ha sempre negato qualsiasi coinvolgimento

Lelandais non ha al momento riferito alcun particolare dell’omicidio, ma ha comunque condotto gli investigatori fino ai resti del corpo della piccola. La confessione arriva a 6 mesi dalla scomparsa di Maëlys, durante i quali l’uomo si è costantemente dichiarato innocente, negando di essere coinvolto in qualsiasi modo nella sparizione della piccola. Adesso però Lelandais ha deciso di confessare, collaborando così con gli inquirenti e chiedendo scusa ai genitori della bimba.


Maëlys, sparita nel nulla durante un matrimonio

Le indagini sono scattate alla fine dello scorso Agosto, dopo che Maëlys è scomparsa durante un matrimonio al quale aveva preso parte assieme ai suoi genitori nel Salone delle Feste di Pont-de-Beauvoisin. Aveva un vestitino bianco quando è sparita nel nulla tra oltre 200 invitati. La festa era quasi giunta al termine quando alle 3 del mattino è stato lanciato il primo disperato appello dal palchetto: “Aiutateci, Maëlys è sparita“. Da quel momento sono partite le ricerche, a cui hanno preso parte anche sommozzatori, militari dell’esercito e cani molecolari. Ma della bimba nessuna traccia.

bimba MaelysLa piccola Maelys


Ancora nessun dettaglio sulla dinamica dell’accaduto

Poi sono scattati i primi fermi, tra cui figurava lo stesso Nordahl Lelandais. L’uomo è già sospettato di essere un serial killer, indagato anche nel caso della scomparsa di un militare nella regione di Grenoble. Al momento, sebbene abbia confessato l’omicidio, non ha ancora rivelato la dinamica dell’accaduto, né il modo in cui ha seppellito il corpo di Maëlys.