pensionata povera

Quando ci si imbatte in notizie di cronaca come queste viene di natural conseguenza riflettere, porsi domande su problemi concreti, tangibili con mano, troppo spesso elusi e dimenticati. Quanto accaduto ad una pensionata di 75 anni porta alla ribalta, e con sprezzante violenza, il problema della povertà.

La pensione non basta a coprire le spese del mese

Caro vita, aumento delle pensioni, reddito di inclusione, soglia della povertà: sono termini che, a ben guardarsi, potremmo dire di sentire quotidianamente tutti almeno una volta al giorno. Purtroppo però, così come nella loro più intima essenza, sono termini che non si azzardano quasi mai ad essere più di ciò che sono effettivamente, parole.

La realtà infatti è che spesso e volentieri, dopo una vita di lavoro e di contributi versati, la pensione altro non è che un irrisorio compenso che non può nemmeno lontanamente assurgere ad essere un valido contributo per affrontare una vita cara, che non guarda in faccia nessuno.

pensionata povera

Immagine di repertorio

Sviene al supermercato per la fame

Si può svenire per la fame, in Italia, nel 2018? La risposta, contrariamente alle stime e alle percentuali proiettate sui tabelloni, è sì. La notizia ci giunge da Padova, precisamente in un supermercato locale situato nella periferia della città.

Al centro della vicenda, un’anziana signora di 75 anni, pensionata. Si trovava nel supermercato la donna quando, all’improvviso e sotto agli occhi dei presenti, è cascata a terra in preda ad un mancamento. Non si tratta però di un malore comune: lo svenimento della 75enne infatti sembra essere dovuto alla fame. Una diagnosi agghiacciante accompagnata dal triste racconto della pensionata che, una volta rinvenuta, ha spiegato le sue difficoltà nel fare anche solo la spesa avendo come unica entrata la sua pensione. La minima infatti non la aiuta ad arrivare a fine mese, né le permette di vivere con dignità: il cibo, insieme al riscaldamento, sono due dei tagli che la donna è stata obbligata a mettere in atto.

Mangio poco – ha spiegato la pensionata ai soccorritori- Non posso permettermi quasi nulla e così non ho più le forze“, parole che non raccontano un vivere ma un sopravvivere inaccettabile.