Strage di Latina; in esclusiva la telefonata di Capasso a moglie e figlia

Durante la puntata odierna di Pomeriggio Cinque  è stata trasmessa in esclusiva una telefonata tra Luigi Capasso e la moglie Antonietta Gargiulo. L’uomo sperava di convincere moglie e figlie ad andare a fare una gita ad Ariccia.

Strage di Latina: emerge una telefonata shock

La telefonata risale al 9 dicembre 2017, 81 giorni prima della strage. Durante la chiamata Capasso parla sia con la figlia maggiore, Alessia sia con l’ex moglie Antonietta. Lo scopo della telefonata era invitare le figlie ad andare a vedere il parco incantato delle luminarie di Ariccia.

Latina, Telefonata tra Capasso e figlia
L’uomo, a quanto pare, era solito registrare le conversazioni telefoniche con la moglie.

Nell’audio si sente come Antonietta, che per quanto impaurita, non vuole troncare i rapporti tra un padre e le sue figlie. L’uomo chiede alla moglie di farlo parlare con la figlia maggiore, la conversazione tra i due è scioccante.

Strage di Latina: la scioccante telefonata

Non ti farei mai del male” dice Capasso alla figlia. È il 9 dicembre quando l’appuntato dei carabinieri cerca di riprendere i contatti con le figlie invitandole ad andare ad Ariccia per passare la giornata insieme.

Latina, Telefonata tra Capasso e figlia

Al telefono risponde la moglie, Antonietta, che non gli impedisce di parlare con la figlia maggiore, Alessia. Anche la ragazzina è intimorita dal padre e non sembra intenzionata ad accettare.

Il padre per convincerla le dice “Non ti preoccupare a papà, non ti faccio niente”, in tutta risposta Alessia risponde “Lo so che tu non mi faresti mai del male”.

Strage di Latina, la moglie: “Tu sai quello che hai fatto”

Io e te sappiamo la verità”, dice Antonietta, Ho dato la mia vita per te e davanti a Gesù cammino a testa alta”. La donna nella registrazione ricorda all’uomo i torti subiti,  esasperata anche dalle sue continue richieste d’aiuto ignorate, ha proseguito dicendo che: “Sono stata maltrattata, svergognata, tradita, picchiata sul posto di lavoro…
Antonietta dice inoltre al marito che non è intenzionata ad obbligare le figlie a fare nulla, ad eccezione di una cosa sola: “Io non le obbligo a fare niente, solo una cosa.

 A pregare per te”.