Rincari bolletta Enel: 2 euro all'anno per saldare il conto di chi non ha pagato

Sui tanto discussi rincari in bolletta legati agli oneri di sistema interviene l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente: non saranno più di 2 euro

Prima l’allarme lanciato via WhatsApp, rivelatosi poi una fake news, poi le informazioni confuse. Per dissipare i dubbi e le notizie nebulose sul rincaro in bolletta legato agli oneri di sistema interviene Arera, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Il rincaro ci sarà, ma sarà meno spaventoso di quanto si creda.

Aumento sì, ma solo pochi euro

A far chiarezza sul tema degli oneri di sistema entra in gioco Clara Poletti, Direttrice della direzione energia di Arera, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Gli oneri di sistema esistono, certo, ma non avranno un’impatto così forte sugli utenti. Per prima cosa, in cosa consistono questi oneri? Si tratta di importi non riscossi dai distributori di energia presso i venditori, che vengono in minima parte “socializzati”, ovvero ripartiti per tutti gli utenti. Un procedimento che, come ribadisce la Direttrice, risponde alla “necessità di riconoscere formalmente tali oneri come imposte“. L’aspetto più rilevante sembra però l’importo: se inizialmente si parlava di 35 euro, anche su questo punto arrivano rassicurazioni ufficiali. “Una quantificazione precisa si avrà solo a settembre in quanto il sistema, a tutela dei consumatori, prevede un processo abbastanza articolato per la quantificazione dei crediti effettivamente recuperabili – spiega Clara Poletti – Possiamo stimare un aumento su base annua di 2 € o 2,20 €“.

bolletta enelIl fac-simile di una bolletta dell’Enel


Enel se ne tira fuori

A venire coinvolta nell’affare dei presunti 35 euro anche Enel, che prontamente interviene con una comunicazione. Per prima cosa si sottolinea l’estraneità dell’Ente Nazionale Energia Elettrica: l’inserimento della voce relativa agli oneri di sistema è una scelta di Arera. Segue però anche una rassicurazione per gli utenti riguardo alla presenza di rincari nelle prossime fatture. Non si vedono nuove voci in bolletta per i prossimi mesi, a conferma di quanto dichiara anche Clara Poletti. Se ne parlerà tra diverso tempo insomma, ma sia Arera che Enel sono concordi: l’importo andrà a coprire il 2% degli oneri di sistema, con una quota molto lontana dai 35 euro paventati.