Quando siamo stanchi, stressati o sovrappensiero spesso le mani corrono al viso e ci strofiniamo gli occhi. Dopo una pressione e una frizione dei bulbi oculari però, rimane una traccia: sono quei puntini bianchi che ondeggiano per qualche secondo e offuscano la vista. Vi siete mai chiesti cosa sono? Si chiamano fosfeni, e sono un messaggio errato del nostro cervello.

Piccoli lampi e puntini bianchi: i nostri occhi vanno in confusione

C’è chi, dopo avere strofinato gli occhi, vede dei piccoli lampi, chi percepisce ondeggianti puntini, chi ancora flash di luce colorata. Sensazioni visive che accadono a tutti e sono causate da un’azione meccanica.

Sollecitando i fotorecettori della retina attraverso lo strofinamento li mandiamo in confusione: una volta attivati mandano un messaggio al cervello, all’incirca lo stesso stimolo di quando percepiscono una luce. La differenza non viene percepita dai recettori ed è tradotta dal cervello che produce la sensazione di un piccolo lampo, una luce. Proprio da questo deriva il nome medico: fosfeni, dal greco phos (luce) e phainein (mostrare).

fosfeni cosa sono

I fosfeni possono apparire davanti ai nostri occhi per una forte emicrania

Quando possono apparire i fosfeni e quando preoccuparsi

Oltre alla frizione degli occhi, i fosfeni possono essere causati da altro: un movimento brusco come uno starnuto o un colpo di tosse.

Forse la causa più insospettabile è però un’altra, ovvero lo spazio. Alcuni astronauti, interrogati sulla presenza di lampi e puntini bianchi davanti agli occhi, hanno confermato il disturbo. La causa, in tali situazioni, è da imputare all’esposizione prolungata a fonti luminose forti. Se non siete astronauti e i fosfeni appaiono solo in situazioni sporadiche non c’è da preoccuparsi. Diverso è il caso di un’apparizione prolungata: la causa medica potrebbe essere più seria, come ad esempio un distacco del vitreo o della retina. Per individuare questi disturbi però basterà rivolgersi ad un oculista per un esame del fundus.