grande-fratello

Ancora deve partire la versione per i non famosi del Grande Fratello, che già l’atmosfera brulica di polemica. Qualche giorno fa sono spuntati alcuni nomi tra i probabili concorrenti di questa edizione, che però suonano già noti al pubblico.

Ora però arriva la risposta di Mediaset, che smentisce tutto. Non solo, la produzione ha anche spiegato il perché non è possibile reclutare personaggi già conosciuti.

La bufera

A scatenare la bufera di polemiche la notizia piuttosto recente che vede tra i protagonisti della versione originale del reality, ormai pronta ad essere rilanciata, grazie anche al supporto di Barbara D’Urso, ex partecipanti dello stesso reality.

Ad esempio, è spuntato il nome di Guendalina Tavassi, ma anche quello di Andrea Cerioli. A questi poi si sono aggiunti i nomi di pseudovip, personalità dei social ed influencer.

Ovvio che il pubblico a cominciato a porsi qualche domanda a riguardo, chiedendosi a questo punto in cosa differisse la versione nip dalla vip. Ecco che è esploso il caso in poco meno di un paio di giorni.

La risposta di Mediaset

Date le circostanze e la piega che stavano prendendo questi rumors, casa Mediaset non si è fatta attendere. Da Cologno Monzese è giunta la risposta con tanto di smentita in cui si spiega anche come la scelta di fare entrare in casa persone minimamente note possa essere deleteria e controproducente al programma stesso.

A rivelare la smentita di Mediaset è il settimanale Spy, che riporta le parole della rete tra le sue pagine. “Mediaset smentisce categoricamente di inserire nel cast nomi già noti nel rispetto della tradizione e del programma” si legge sulla rivista.  Poi prosegue con le motivazioni: “Per non creare sovrapposizioni con l’edizione Vip “. Insomma, a quanto pare i nomi dei concorrenti sono ancora sottochiave. Eppure al debutto manca davvero pochissimo, riusciremo a carpire qualche anticipazione prima del grande inizio?